Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

culo fradicio, s.m. con l’aggiunta di un agg. in questo caso volg. indicando tale espressione un sodomita per un motivo di facile comprensione

culònia, s.m. coniato recentemente in un ristretto ambito giovanile per indicare un posto lontano, così come il più raro “monculi”, entrambi volgari, come si può facilmente arguire da una parola in entrambi presente, così come (con lo stesso significato, ma più rara della prima) “culismània” (luogo remoto, difficilmente raggiungibile: iperbole comunque), ma son vocaboli ristretti a pochi giovani studenti universitari

cuore, s.m. con un significato particolare quando vien detto “Se l’è presa proprio a cuore!”: si adopera davvero con tutte le sue forze a favore di tale persona!

cupola, s.f.: “costruzione fatta a volta” (DEI): forse anche per tale aspetto, ma più probabilmente – viene fatto di pensare – per il fatto che comincia con la stessa sillaba, quando viene detto volrgamente “Vai in cupola!” si vuol dire in modo ancor più volgare e perciò triviale “Vai in culo!” (espressione rispetto alla quale la nostra è perciò un eufemismo), peggiore che dire “Va’ via!” anche per il tono particolarmente adirato con cui tale espressione viene di solito detta. È da tener presente che l’uso di tale eufemismo (e andare in cupola o, peggio, in “culo” a una persona significa anche fregarsene, ingannarla) è attestato anche a Firenze nell’Ottocento secondo P. Fanfani

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  http://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  http://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 5 dicembre 2017 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.