Montaione 1257 – 2017

MONTAIONE. IL COMUNE PREMIA IL VINCITORE DEL CONCORSO “MONTAIONE 1257-2017” RISERVATO AGLI STUDENTI DELL’ISTITUTO “F. ENRIQUES”

 

Sabato 1 ottobre si è svolta presso la Sala del Consiglio Comunale “Mario Rossetti” di Montaione la cerimonia di premiazione del Concorso “MONTAIONE 1257-2017” bandito dal Comune di Montaione e riservato agli studenti che hanno frequentato, nell’anno scolastico 2015/16, la Classe IV B del corso di studio “Promozione commerciale e pubblicitaria” dell’Istituto Superiore “F. Enriques” di Castelfiorentino, coordinati dall’insegnante referente, prof.ssa Luisella Giacomini.

Le motivazioni del lavoro di Giorgia Del Prete
Le motivazioni del lavoro di Giorgia Del Prete

Il concorso è stato ideato dal Comune, in collaborazione con l’Istituto Enriques, in occasione del 760° anniversario del primo documento che attesta l’esistenza del Comune di Montaione[1], ed era finalizzato alla creazione di marchi o logotipi a tema che identificassero il Comune nella sua immagine pubblica, da utilizzare nella predisposizione di strumenti di comunicazione volti alla diffusione delle attività istituzionali dell’ente.

Presso la sede comunale è stata, inoltre, allestita l’esposizione completa dei progetti grafici di tutti i 15 alunni della classe IV B, ciascuno dei quali accompagnato da una breve relazione di presentazione con la descrizione del percorso concettuale attraverso il quale ogni studente è arrivato alla scelta dei contenuti e delle modalità espressive.

La Giunta Comunale di Montaione ha effettuato la scelta del logo vincitore sulla base dei seguenti elementi: efficacia comunicativa, valore estetico ed artistico e facilità di riproduzione. La vincitrice del concorso è risultata la studentessa  Giorgia Del Prete, che ha presentato un progetto grafico basato su una rivisitazione in chiave attuale degli elementi presenti nello stemma araldico, in particolare del cervo, disegnato con forme elementari, linee e tratti alternati che si intersecano tra loro, affiancato da una spiga di grano ed un ramo di olivo, che rappresentano le produzioni agricole tipiche del territorio.

Foto di gruppo

Come ha sostenuto il Sindaco, Paolo Pomponi, presente alla manifestazione con l’assessore all’istruzione Cristina Martini ed altri componenti della Giunta, la scelta non è stata facile per le rilevanti qualità grafiche ed espressive di tutti i lavori presentati, tant’è che si può dire che l’intera classe ha vinto con successo la sfida proposta.

Il sindaco ha anche precisato che il nuovo logotipo non sostituirà quello ufficiale, ma lo affiancherà sui supporti utilizzati dall’Amministrazione Comunale per l’attività istituzionale; sarà, ad esempio, impiegato, unitamente a quello esistente, per elaborare la grafica della carta intestata relativa alla corrispondenza ufficiale del Comune.

La premiazione a Giorgia Del Prete
La premiazione a Giorgia Del Prete

Per l’insegnante che ha coordinato il progetto, prof.ssa Luisella Giacomini, si è trattato di un lavoro di grande impegno e responsabilità per i ragazzi della sua classe, che si sono dovuti confrontare per la prima volta non tanto con il giudizio dei docenti, ma con quello di soggetti esterni all’ambito scolastico, più vicini al mondo del lavoro con il quale presto si dovranno rapportare.

Alla premiazione è intervenuto anche Rino Salvestrini, storico locale ed ex-sindaco del Comune, a ricordare l’origine dello stemma ed il significato della ricorrenza storica.

Alla vincitrice, Giorgia Del Prete, è stato attribuito un premio in denaro di 250,00 euro. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato di partecipazione.

Il gruppo si è poi trasferito a San Vivaldo, oggetto nel 2017 di un’altra importante ricorrenza sulla quale, nel corso dell’anno scolastico 2016/17, lavoreranno con le stesse modalità gli studenti che frequentano l’attuale classe IV del corso di studio “Promozione commerciale e pubblicitaria” dell’Istituto Superiore “F. Enriques” di Castelfiorentino: i cinquecento anni dall’importante documento emanato da Papa Leone X per concedere le indulgenze ai pellegrini in visita a San Vivaldo (1517).

Montaione, 3 ottobre 2016

[1] Documento del settembre 1257 con il quale il Comune di San Miniato vendeva a quello di Montaione una porzione della Selva di Camporena (cfr. a. angelelli, Memorie storiche di Montaone in Valdelsa, Firenze-Roma 1875, p. XVI)

Fonte: Comune di Montaione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.