Il paesaggio ritrovato. Domenica 17 aprile 2016

Dal Santuario della Pietrina e oltre fino alle sorgenti sulfuree fra Palagio e Villamagna

Scarica il pdf dell’escursione

Durata: una giornata, ore 9-16,30
L’escursione è condotta da una Guida Ambientale Escursionistica ai sensi della L.R 14/2005  ed è rivolta a tutti (adulti e bambini).

Lunghezza del percorso: circa 10 km
Grado di difficoltà: Escursionistico

Il ritrovo è presso il parcheggio del Santuario della Pietrina
alle ore 9.
Il trasferimento avverrà con mezzi propri, con pranzo al sacco.
L’escursione è gratuita con prenotazione obbligatoria da effettuarsi entro Venerdì 15 Aprile.
Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Informazioni Turistiche di Montaione: tel. 0571699255 – turismo@comune.montaione.fi.it

Comune di Montaione: tel. 0571699205 – cultura@comune.montaione.fi.it
Ecoistituto delle Cerbaie: tel. 340 9847686 – a.bernardini@ecocerbaie.it – www.montaionenatura.it

Il cerbiatto. Iscrizioni aperte per 25 bambini

Dal 4 aprile al 4 maggio 2016 verranno raccolte le iscrizioni al nido d’infanzia comunale di Montaione “Il Cerbiatto” per l’anno educativo 2016/17. Le informazioni, il bando integrale e il modulo di domanda sono disponibili sul sito internet www.comune.montaione.fi.it e presso U.R.P. del Comune. Sono ammessi al servizio i bambini residenti nel Comune di Montaione a partire dai 6 mesi di età, compiuti alla data del 1 settembre. Eventuali domande di iscrizione presentate per bambini non residenti vengono accolte e collocate in graduatoria in coda alle domande dei residenti;

Il servizio può ospitare fino a 25 bambini, tra coloro che confermano la frequenza dal precedente anno educativo e i nuovi iscritti, formando un gruppo misto di norma così composto: n. 5 bambini di età compresa tra i sei e i dodici mesi n. 8 bambini di età compresa tra i tredici e i ventiquattro mesi n. 12 bambini di età compresa tra i venticinque e i trentasei mesi Tipologie di frequenza : Tempo corto dalle 7.30 alle 14.30 Per esigenze particolari della famiglia o del servizio e per un massimo di 5 iscritti, è possibile ridurre la frequenza fino alle ore 12.00, con conseguente adeguamento della tariffa. Tempo lungo dalle 7.30 alle 17.30 per un massimo di 16 iscritt.

INIZIATIVE PER CONOSCERE IL NIDO Sabato 16 Aprile OPEN DAY dalle 9.00 alle 12.00 I bambini con i loro genitori potranno esplorare i vari angoli gioco del nido; le educatrici saranno disponibili per presentare il servizio educativo e fornire tutte le informazioni richieste dalle 10:00 alle 11:30 sarà presente Riccardo Neri con “IL GIOCO DEI SUONI” anche per i bambini dei 3 anni della scuola dell’infanzia. Martedì 19 Aprile OPEN DAY dalle 18.00 alle 19.30 I bambini con i loro genitori potranno esplorare i vari angoli gioco del nido; le educatrici saranno disponibili per presentare il servizio educativo e fornire tutte le informazioni richieste.

Fonte: Comune di Montaione

Link per la modulistica: http://www.comune.montaione.fi.it/index.php/modulistica-servizi-educativi-prima-infanzia.html

 

L’amministrazione comunale incontra i cittadini delle frazioni

Calendario degli incontri:


SABATO 2 APRILE 2016 ore 15,00 – Frazione SAN VIVALDO
presso Osteria San Vivaldo


LUNEDI 4 APRILE 2016 ore 21,30 – Frazione ALBERI
presso la Bar Pizzeria Alberi

MARTEDI 5 APRILE 2016 ore 21,30 – Frazione  LE MURA
presso i locali dell’ambulatorio

LUNEDI 11 APRILE 2016 ore 21,30 – Frazione IANO
presso la sala del catechismo

MARTEDI  12 APRILE 2016 ore 21,30 – Frazione SUGHERA
presso Az. Agr. “Il Poggio”

Un’occasione per proseguire nel lavoro di attuazione del programma attraverso lo scambio di idee ed il confronto con le reali problematiche del territorio. Per rafforzare il filo diretto con i cittadini e presentare i progetti sui cui si sta lavorando.Per raccogliere proposte e sollecitazioni di cui tenere conto nella quotidiana azione amministrativa.
Saranno presenti il Sindaco, gli Assessori ed i Consiglieri della maggioranza.

Fonte: sito del Comune di Montaione

 

L’uccisione di stato della cavalla non fermera’ la battaglia delle associazioni.

#IOSTOCONCINSZKA – L’uccisione di stato della cavalla non fermera’ la battaglia delle associazioni.

La cavalla sieropositiva sana è stata uccisa nonostante gli appelli rivolti dalle associazioni alle istituzioni italiane e ungheresi. ENPA, LNDC, IHP e Progetto Islander pronti a continuare la battaglia nel suo nome per salvare gli altri equidi da una morte immotivata.

Csinszka, la cavalla ungherese che ha commosso il web e per la quale si sono battuti insieme con le Associazioni migliaia di cittadini italiani, è stata uccisa dall’ignoranza e dall’indifferenza e in questa storia hanno perso tutti. Le autorità italiane hanno perso un’occasione per mostrare compassione e salvare un animale innocente da una morte ingiusta. Le autorità ungheresi hanno perso un’occasione per mostrare civiltà e rispetto per la vita. E infine, Tamás e Viktória, i proprietari di Csinszka, hanno perso tragicamente la loro cavalla adorata. Continue reading L’uccisione di stato della cavalla non fermera’ la battaglia delle associazioni.

Cancello per le scuole elementari

Quasi ultimati i lavori per rendere il parco delle scuole più sicuro durante le attività esterne dei nostri giovani alunni. Come pianificato a dicembre, installato il nuovo cancello carrabile e pedonale.
Il parco rimarrà chiuso e ad uso esclusivo della scuola elementare durante il periodo delle lezioni. Prima dell’inizio e al termine delle stesse, così come durante i periodi delle vacanze scolastiche, continuerà ad essere il solito luogo pubblico tanto caro ai montaionesi.

Fonte: Profilo facebook sindaco di Montaione

cancello002 cancello001

Comunicato IHP

#IOSTOCONCINSZKA – LA BATTAGLIA PER SALVARE CSINSZKA NON FINISCE

Petizione e mail bombing destinate alle autorità ungheresi per tentare di salvare Csinszka e tutti gli altri cavalli sieropositivi da una morte ingiusta. Le Associazioni, se necessario, denunceranno anche le Istituzioni coinvolte.

ENPA, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Italian Horse Protection e Progetto Islander  continuano la loro battaglia per salvare la vita di Csinszka, la cavalla ungherese condannata a morte dalle leggi del suo Paese essendo sieropositiva all’Anemia Infettiva Equina.

Le Associazioni si sono rivolte a tutte le autorità interessate: dal Ministero della Salute italiano, nella persona del Ministro Lorenzin, del Sottosegretario De Filippo e del Direttore generale della sanità animale Silvio Borrello, all’On. Giuffrida – Vice Presidente Intergruppo Benessere Animale presso il Parlamento Europeo; dall’ambasciatore ungherese in Italia, alle autorità locali e nazionali ungheresi. Tutte queste Istituzioni hanno risposto, per ora, con un inspiegabile rifiuto al salvataggio e al trasferimento della cavalla presso il Centro autorizzato di IHP, esperto nella gestione di cavalli sieropositivi o addirittura ignorando le nostre richieste. ENPA, LNDC, IHP e Progetto Islander si sono rivolte anche alle associazioni e alla stampa ungherese, ricevendo in risposta un assordante silenzio. Le Associazioni stanno anche consultando i propri legali per verificare la possibilità di denunciare il comportamento delle istituzioni interpellate.

Adesso Csinszka ha le ore contate, visto che le autorità ungheresi non hanno sospeso il provvedimento per la sua uccisione, che potrebbe avvenire da un momento all’altro. Le Associazioni hanno quindi lanciato una petizione e un mail bombing destinati alle autorità ungheresi affinché tornino sui loro passi e salvino Csinszka e tutti gli altri animali sieropositivi AIE.

I più recenti studi scientifici, infatti, dimostrano che l’AIE è una malattia che può essere tenuta sotto controllo e i cavalli sieropositivi non rappresentano un pericolo grave di contagio per gli altri animali o per gli umani. Uccidere ancora questi animali è quindi una misura non necessaria e incivile.

Csinszka ora ha bisogno di tutte le persone che amano gli animali e vogliono vedere rispettati i loro diritti. Fate sentire la vostra voce alle autorità e aiutateci a salvare lei e tutti gli altri cavalli che rischiano la vita senza motivo.

Ufficio Stampa ENPA: tel. 06.322100 – www.enpa.it
Ufficio Stampa IHP: tel. 0571 677082 – www.horseprotection.it
Ufficio Stampa LNDC: tel. 02 26116502 www.legadelcane.org
Ufficio Stampa Progetto Islander: tel. 338 4016261 www.progettoislander.it

Aggiornate sette opere di Rino Salvestrini

Sono state aggiornate sette opere di Rino Salvestrini. Ogni opera contiene aggiornamenti per ulteriori particolari che dalla prima stesura a oggi si sono scoperti.

Giuseppe Beccari. Un montaionese antesignano del recupero dei rifiuti urbani

Storia della Sughera

Pietro Ciulli e la balena della casina

Storia di Santo Stefano

Storie di miniere e sorgenti Vol.1

Storie di miniere e sorgenti Vol.2

Storie di miniere e sorgenti Vol.3

Comunicato IHP

Caso Csinszka, corsa contro il tempo per salvarle la vita. Ad oggi nessun segnale dalle Autorità

logo ihpAl momento non ci sono segnali di risposta dalle autorità ungheresi, a cui ci siamo rivolti per salvare la vita di Csinska, la cavalla sieropositiva sana all’AIE Anemia Infettiva Equina e per questo ingiustamente condannata a morte.

Dopo il categorico ‘NO’ da parte del Ministero della Salute – di fronte alla proposta di accogliere la cavalla in Italia per essere ospitata nelle strutture dell’IHP riservate ai cavalli sieropositivi AIE con autorizzazione ministeriale e che ne ospita attualmente 8 – l’appello è stato rivolto ai servizi veterinari ungheresi e alle personalità di competenza, oltre che ai media ungheresi, ai Ministeri degli Esteri e all’Ambasciata ungherese per sensibilizzarli a risparmiare a Csinszka un’inutile morte.

Purtroppo sino ad oggi a nulla sono valsi gli appelli di IHP, Progetto Islander, ENPA, Lega Italiana per la Difesa del Cane, i quotidiani Repubblica e La Stampa, una petizione online che ha raccolto più di 23.000 firme nonché i tentativi disperati dei proprietari della ventenne saura, Victòria Nagy e Tamás Roland Ale, che avevano salvato Csinszka anni fa da maltrattamenti e stanno disperatamente tentando di farlo ancora oggi. Continue reading Comunicato IHP

Formazione sulle demenze a Villa Serena

Inizia oggi (5 marzo 2016, n.d.r.) a Villa Serena un importante ciclo di riunioni di aggiornamento rivolto ai Medici di Medicina Generale della Valdelsa sul “Percorso diagnostico terapeutico-assistenziale (PDTA)  sulle demenze ed in particolare per i pazienti con Alzheimer”.

IMG_4272L’Agenzia per la Formazione dell’Azienda USL Empolese ha organizzato 6 giornate formative, a seguito di una sperimentazione che la Regione Toscana ritiene di attivare per migliorare i processi organizzativi e pertanto potenziare e qualificare i servizi nell’ambito dell’integrazione sociosanitaria e definire i percorsi di accesso, valutazione e definizione del Piano di Assistenza Personalizzato (PAP), dedicando una attenzione specifica ai bisogni determinati dalla demenza, sottolineando l’esigenza di implementare forma di informazione e sostegno, anche in collaborazione con le associazioni di tutela (AIMA, ecc.).

Tra le malattie croniche, dovute anche al progressivo invecchiamento della popolazione, la malattia di Alzheimer e le altre forme di Demenza sono fra le principali cause di non autosufficienza per le persone anziane, con gravi ripercussioni sulla qualità della vita nei nuclei familiari.

Per la sede di svolgimento degli incontri formativi è stata scelta Villa Serena, perché proprio in questa struttura è in funzione dal 1995 un nucleo specializzato all’avanguardia a livello nazionale per l’assistenza delle persone con demenza grave ed in particolare affette dal Morbo di Alzheimer, dove viene garantita un’assistenza protesica, specifica e qualificata. Partendo dall’applicazione del modello Gentle Care di Moyra Jones basato sulla persona, sulle sue difficoltà, su deficit provocati dalla malattia, a Villa Serena sono stati ulteriormente sviluppati e adattati questi principi, con l’idea di costruire un NUCLEO TERAPEUTICO in grado di gestire anche situazioni di compensazione. Villa Serena collabora attivamente con i servizi territoriali della ASL per favorire il rientro di ogni persona affetta da Alzheimer al proprio domicilio, con la presa in carico delle varie situazioni e un rapporto continuo con i familiari di condivisione ed educazione.

IMG_0170L’ambiente del nucleo Alzheimer è stato completamente ristrutturato nel 2002 e riadattato in base alle caratteristiche specifiche determinate da queste patologie.

Collegato al nucleo  è presente uno spazio esterno, il Giardino d’inverno, dove i residenti possono muoversi con sicurezza, che favorisce il loro bisogno di movimento in un ambiente  sicuro e con numerosi stimoli.

L’ammissione nel nucleo è subordinata alla valutazione ed all’autorizzazione dei servizi preposti dell’ASL n°11. Il nucleo è riservato ad anziani affetti da una forma di demenza nella fase in cui prevalgono i disturbi comportamentali non gestibili a domicilio o in altro nucleo. L’ASL n°11 effettua periodici controlli per valutare la situazione di ogni residente nel nucleo.

Dal 2013 è stato attivato  un ulteriore nucleo, anch’esso completamente ristrutturato dando grande importanza all’apertura dello spazio, alla luminosità ed alla possibilità di movimento.

La presenza di 2 nuclei Alzheimer, fra loro collegati tramite il giardino d’inverno, permette di gestire al meglio le situazioni comportamentali difficili che si possano creare, con interscambi in base alle esigenze e alle risorse del momento

L’evento formativo prevede anche una visita guidata ai Nuclei Alzheimer con l’analisi di casi clinici e successiva discussione di gruppo.

Gli incontri avranno luogo ogni sabato da oggi al 16 aprile prossimo.

Fonte: U.O.C. Villa Serena

Incontro pubblico sull’emergenza meningite

meningite1Il Sindaco Paolo Pomponi invita la cittadinanza all’incontro pubblico sull’emergenza meningite

Venerdì 4 marzo 2016 alle ore 21:30
presso il Teatro “S. Ammirato” in Piazza Gramsci a Montaione

Sarà presente il Direttore del Dipartimento Prevenzione di Empoli dell’Asl Toscana Centro, Dott. Gabriele Mazzoni, che fornirà informazioni sulla malattia nonché sull’importanza della vaccinazione e risponderà alle domande del pubblico presente.

Fonte: Comune di Montaione

Il Paesaggio Ritrovato 2016: annullamento causa meteo

La prima escursione, Da Sant’Antonio alle Grotte di Maurizio, del programma Il Paesaggio Ritrovato 2016, prevista per domenica 28 febbraio, è stata annullata causa previsioni meteorologiche avverse.

Sarà cura del Comune di Montaione rendere nota successivamente la data in cui l’escursione sarà recuperata.

Fonte: Comune di Montaione

Il Paesaggio ritrovato: nuova edizione

logoPaesaggioritrovato2016Un programma di escursioni alla scoperta del territorio di Montaione e oltre

Scarica il programma del “Paesaggio Ritrovato 2016” (pdf)

Prende il via in anticipo rispetto agli scorsi anni l’edizione 2016 di Il Paesaggio Ritrovato, promosso e organizzato dal Comune di Montaione.

II Paesaggio ritrovato è un programma di nove escursioni a piedi che intende condurre alla scoperta del territorio Montaione e dintorni: le meraviglie del paesaggio, i luoghi di interesse storico e naturalistico, gli ambienti più riposti, i boschi, i torrenti, le specificità floro-faunistiche nello scenario del Parco Benestare e anche oltre, con alcuni sconfinamenti.

Il ritmo lento, l’osservazione degli esemplari di piante e animali, l’illustrazione dei microambienti e degli antichi insediamenti che si incontrano lungo il percorso, sono il tratto distintivo di queste escursioni, aperte a tutti, adulti e bambini. Naturalisti, guide ambientali dell’Ecoisituto delle Cerbaie, accompagneranno i partecipanti, dando loro modo di conoscere meglio le caratteristiche dell’ambiente, e apprezzare il connubio tra natura e intervento dell’uomo che ha modellato nei secoli il paesaggio.

Primo appuntamento:
Domenica 29 marzo – Da Sant’Antonio alle Grotte di Maurizio. Le foreste remote fino all’antro dell’Eremita.

A seguire:

20 marzo – “Una discesa nel Maelstrom”. Da San Vivaldo a Ghizzano di Peccioli per Vignale, nel gorgo ndelle amene valli.

17 aprile – Dal santuario della Pietrina e oltre. Fino alle sorgenti sulfuree fra Palagio e Villagna.

22 maggio – Musicanfibia 2016. Giornata dei parchi 2016 nell’ANPIL “Alta Valle del Torrente Carfalo”

26 giugno – Montaione beach. I salti vulcanici del torrente Evola, da Alberi fino alla “Gerusalemme” di San Vivaldo

Dai superi agli inferi per il labirinto senza meta

27 agosto – Dal Santuario della Pietrina alla riserva naturale di Castelvecchio.

28 agosto – Viaggio nella riserva naturale di Castelvecchio fino al Botro ai Buchi di San Gimignano

11 settembre – Le Brèntine o “Il Paradiso Perduto”. Viaggio ai confini della foresta e del fiume.

16 ottobre – Da Iano a Toiano. Dal Borgo sospeso al paese dimenticato, passando per Castelfalfi

La partecipazione è gratuita.

Info e prenotazioni: Comune di Montaione, Servizi Turistici, 0571.699255/205, turismo@comune.montaione.fi.it;

Ecoistituto delle Cerbaie 366.3475429, a.bernardini@ecocerbaie.it.

Comunicato IHP 19 febbraio 2016

La parola fine sulla vicenda di Colleferro : tutti gli animali sono definitivamente in salvo

 

logo ihpIeri mattina si è ufficialmente conclusa la vicenda del sequestro di Colleferro, in provincia di Roma, il più grande sequestro di equidi mai fatto in Italia e uno dei più grossi al mondo, che ha visto protagonista IHP nella gestione sul campo degli animali (soccorsi, prime cure, identificazioni, ricerca di affidatari, trasferimenti, ecc…) in un’operazione senza precedenti nel nostro Paese. Per la prima volta, infatti, hanno lavorato insieme sul campo Associazioni (IHP, Rifugio degli Asinelli, ENPA, Legambiente), Forze dell’Ordine (NAS, Forestale, Polizia, Carabinieri) e Istituzioni (Ministero della Salute, Asl, Istituto Zooprofilattico).

ihpcavalloIHP ha anche coordinato l’imponente campagna di raccolta fondi che, con oltre 65.000 euro, ha finanziato quasi per intero l’operazione. Soprattutto, la nostra Associazione si è fatta carico della gestione dei cavalli, mentre il Rifugio Degli Asinelli Onlus si è occupato degli asini, muli e bardotti.

Tradotto in cifre, sono numeri impressionanti: il sequestro ha coinvolto 222 equidi (di cui 22 sono morti prima o durante le operazioni) in un’area di centinaia di ettari tra i comuni di Colleferro, Segni, Valmontone, Gavignano e Paliano. I 42 asini, muli e bardotti sono stati quasi tutti trasferiti al Rifugio degli Asinelli (qualcuno affidato a privati), mentre IHP ha seguito le sorti di ben 158 cavalli e pony: alcuni affidati a privati e associazioni, altri provvisoriamente al Corpo Forestale dello Stato e altri trasferiti presso il nostro Centro di recupero.

Le loro storie hanno commosso tutti: come Costanza e Sandra, le due puledrine trovate morenti nel fango e portate d’urgenza in clinica, di cui solo la prima è sopravvissuta; Holly, trovato con tremende ferite e curato prima in clinica e poi al centro di recupero; Panda, il puledro rimasto orfano a soli due giorni di vita. E poi Marchino, Obelix, Falcor, Luna, Ray e tutti gli altri. Ogni vita salvata ci ricorda l’inferno a cui abbiamo dovuto assistere.

Abbiamo vissuto mesi intensi e drammatici: il sequestro è iniziato in pieno inverno, a gennaio 2013, costringendoci a lavorare in condizioni proibitive, senza mezzi adeguati e senza un posto decente dove portare gli animali feriti o denutriti: abbiamo dovuto riadattare due vecchie aziende agricole abbandonate in provincia di Frosinone, luoghi fatiscenti e senza corrente elettrica, per adibirle a infermeria e paddock di prima accoglienza. E’ stato un lavoro durissimo, portato avanti a centinaia di chilometri di distanza dalle nostre sedi.

Sono stati innumerevoli i viaggi dalla Toscana e dal Piemonte per la gestione degli animali e per le tante riunioni con le Autorità. Gli ultimi cavalli (Falcor, Luna e Ray) sono stati sequestrati dopo oltre un anno dall’inizio delle operazioni. Abbiamo strappato alla morte tantissimi animali…anche se qualcuno ce lo siamo visti morire tra le braccia. Successivamente al sequestro sono nati 34 puledri, mentre 18 cavalli sono deceduti dopo l’affidamento, quasi tutti a causa delle conseguenze delle prolungate sofferenze.

L’iter giudiziario è stato lungo e complicatissimo: i legali del proprietario degli animali hanno chiesto e ottenuto da Tribunale che venisse riconosciuto incapace di intendere e di volere, evitando così la condanna. Non solo: tecnicamente, questo passo avrebbe invalidato il sequestro preventivo, col rischio di dovergli restituire tutti gli animali.

Sono iniziate attività febbrili (telefonate, riunioni, confronti serrati) e alla fine abbiamo sdoppiato la strategia, d’accordo col Rifugio Degli Asinelli: noi abbiamo continuato a seguire il procedimento penale – con i nostri avvocati Chiara Lanzillotta e Francesco De Monte – mentre loro hanno avviato una causa civile contro la famiglia del proprietario, chiedendo i danni per entrambe le associazioni per tutte le spese sostenute. Questa doppia azione è stata la chiave per salvare gli animali: ci è stato proposto un accordo, in base al quale noi rinunciamo a chiedere i danni e loro rinunciano a vantare diritti sugli animali.

Non è il 100% dell’obiettivo che volevamo (e cioè far punire il responsabile di quello scempio), ma evitare la restituzione degli animali era certamente la priorità assoluta.

Dichiara il Presidente di IHP, Sonny Richichi: <<Riesco a contenere a fatica la commozione, perché mi passano davanti tutte le scene a cui ho assistito in questi ultimi tre anni. E’ uno di quei momenti in cui provo orgoglio per essere parte di IHP e per quello che siamo riusciti a fare in questa vicenda: per aver denunciato quello che per molti anni cittadini e autorità locali guardavano impassibili; per aver ricevuto da Procure e Ministero l’incarico di gestire gli affidamenti, i ricoveri in clinica, i controlli sugli affidatari; per aver ricevuto da ENPA, Legambiente e Rifugio degli Asinelli la fiducia di coordinare la raccolta fondi; per aver sbattuto i pugni quando la burocrazia rischiava di rallentare o addirittura bloccare tutto; per aver gestito sul campo tutte le operazioni e in situazioni delicatissime – con cavalli, pony, muli e bardotti in gran parte autenticamente selvaggi e impauriti – senza che nessun animale e nessun umano si sia fatto male; per aver creato un precedente importante nel nostro Paese, di cui hanno parlato tutti i giornali e tutte le televisioni; per aver salvato la vita a centinaia di animali. Non sappiamo come siamo riusciti a fare tutto questo, da associazione giovane e con risorse limitate qual è IHP, ma lo abbiamo fatto.>>

Per tutto questo, GRAZIE. Grazie a IHP di esistere, grazie a chi ha dato il proprio contributo, a chi ha dedicato il suo tempo in qualsiasi forma. Alle associazioni Il Rifugio degli Asinelli, ENPA, Legambiente e Progetto Islander con cui abbiamo condiviso questa intensa esperienza; a Edoardo Stoppa e alla redazione di Striscia La Notizia che, dopo la nostra prima denuncia, portarono alla luce gli orrori da noi documentati; all’Unità Operativa Tutela Animale del Ministero della Salute, che ha coordinato il sequestro. Alla Clinica Universitaria di Perugia diretta dal Prof. Marco Pepe e alla Clinica Il Ceppo di Monteriggioni, per la loro disponibilità; al Corpo Forestale dello Stato e alla Polizia di Stato per aver messo a disposizione mezzi e uomini per il trasporto di gran parte dei cavalli e pony. Alle aziende Demas, Rimos, Acme e Equality per la fornitura di alcuni medicinali. All’APA di Frosinone per la fornitura dei microchip (il 95% degli equidi sequestrati non era identificato); all’Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana per gli esami di laboratorio; all’ASL di Frosinone, Distretto di Anagni, per la collaborazione e l’impegno.

Un ringraziamento speciale e dal profondo del cuore ai tantissimi donatori che hanno reso possibile tutto questo e alle straordinarie persone che hanno dato la loro disponibilità ad adottare gli animali sequestrati, garantendo loro cure e benessere.

Fino ad oggi abbiamo sentito il dovere morale (pur non avendo una formale responsabilità) di seguire quegli animali che avevamo salvato dalla fame e dalla sete. Da oggi siamo ufficialmente responsabili di ben 161 cavalli e pony provenienti da quel sequestro. Che si vanno ad aggiungere ai 62 del nostro Centro di recupero e ai 18 affidati da IHP e provenienti da altre situazioni. Un impegno gravoso, difficile, ma che è l’essenza di quello che esprimiamo, insieme alle tante attività istituzionali svolte dall’Associazione.

Abbiamo in progetto di realizzare un video-documentario su questa incredibile vicenda, raccontando anche le storie dei cavalli nelle loro nuove famiglie. Nel frattempo, riproponiamo il nostro video realizzato mentre il sequestro era ancora in corso:
https://www.youtube.com/watch?v=EIab3QHX6Mw

Galleria fotografica del sequestro:
http://www.horseprotection.it/dett_fotogallery.asp?id_a=579&pg=2

Congresso ANPI a Montaione

logoanpi
Sezione di Montaione

In occasione del 16° congresso nazionale dell’ANPI, la sezione di Montaione svolgerà il suo Congresso il giorno Sabato 20 febbraio 2016 alle ore 15,30 presso la sala da ballo della Casa del Popolo.

Sarà presente Silvano Sarti, Presidente Onorario Provinciale.

La sezione ANPI di Montaione è stata ricostituita in occasione del 70° anniversario della Liberazione di Montaione, avvenuta il 18 luglio del 1944. La sede è stata inaugurata il 28 febbraio scorso presso i locali della “Società Teatro del Popolo” e conta 23 tesserati.

Com’è noto l’ANPI porta avanti gli ideali propri della Resistenza, straordinario movimento di uomini e donne che liberarono il paese dal fascismo, e da cui nacque l’Italia Repubblicana, fondata sulla Costituzione.

La partecipazione del congresso è aperta a tutti i cittadini, in modo da poter creare un’occasione di conoscenza e di confronto su temi che riguardano il vivere civile, il nostro presente e il nostro futuro.

Fonte: ANPI sezione di Montaione

Rilancio PMI, commercio e turismo

Comunicato tratto da: http://www.gonews.it/2016/02/11/montaione-arriva-il-piano-di-rilancio-per-pmi-commercio-e-turismo/

Riqualificazione del centro storico
1) Sostituzione di arredi vetusti con nuovi arredi, in particolare, come primo step, nei primi mesi del 2016 verranno sostituiti i cestini con nuovi contenitori in ghisa personalizzati con lo stemma del Comune di Montaione e realizzati con differenziazione per i rifiuti, visto lo spirito sostenibile di Comune “Riciclone” (dati RD 90,38% dati 2014);

2) Piano d’intervento “Piccioni”: Verranno emesse delle misure a sostegno dei proprietari di immobili del centro storico per l’apposizione di dissuasori anti volatili. Nella prima fase l’Amministrazione concederà contributi fino al 50% per la realizzazione degli interventi sulla base di un massimo concedibile per intervento e fino all’esaurimento del plafond che verrà istituito con il Bilancio di Previsione 2016. In seconda battuta, in caso di inoperosità da parte dei proprietari di immobili che accolgono gli animali, verranno effettuati interventi mirati anche con ordinanza;

3) Misure per il rifacimento di facciate: predisposizione di un bando finanziato con risorse proprie dell’Amministrazione per il restyling delle facciate del centro storico. All’interno del bando verranno particolareggiati i requisiti per l’accesso al bando e verrà quantificata la compartecipazione alle spese

Sostegno delle attività commerciali
1) Su esplicita richiesta dell’Associazione Borgo Alto, sempre all’interno del Bilancio di previsione, verranno trovate le risorse per finanziare l’acquisto di nuovi materiali e arredi (vedi Gazebo) per migliorare qualitativamente le manifestazioni ed iniziative di promozione turistica.

2) Misure per la riduzione dell’ IMU sugli immobili commerciali del centro storico: i proprietari di immobili ad uso commerciale del centro storico potranno usufruire a partire dal 2016 per 3 anni della riduzione dell’ imposta IMU di oltre il 50 % (riduzione dell’ aliquota da 9,6/1000 al 4,5/1000) in seguito alla stipula di nuovi contratti d’affitto per l’ apertura di un nuovo esercizio commerciale o il trasferimento di esercizio da fuori centro al centro storico.

Sicurezza PMI
Si procederà all’installazione di telecamere a tutti gli accessi del Comune di Montaione comprese le frazioni.

Commercio su area pubblica
Dopo la direttiva Bolkestein l’Amministrazione ha già iniziato con le associazioni di categoria il processo di concertazione del nuove regolamento che dovrebbe essere approvato entro marzo. Insieme alle associazioni rappresentative concorderemo il nuovo piano delle aree per il commercio su area pubblica proprio al fine di creare quella sinergia che ha prodotto e produce vitalità commerciale nel nostro borgo. A tal proposito l’Amministrazione nei primi mesi del 2016 provvederà alla riqualificazione di piazza Gramsci dove abitualmente viene svolto il mercato.

Eventi
Viene riconfermata la volontà di predisporre anche per il 2016 un calendario dell’Estate Montaionese ricco di eventi di qualità. Nei giorni immediatamente successivi a questo incontro, l’assemblea dei commercianti aderenti al CCN Borgo Alto ha recepito positivamente questa impostazione, confidando che dalla sinergia con l’Amministrazione Comunale possa finalmente rilanciarsi il commercio montaionese.

 

Allarme meningite

Accordo dopo il vertice al Ministero: la vaccinazione sarà gratuita per tutti i cittadini della Asl Toscana Centro; ticket ridotto per chi ha oltre 45 anni e vive nel resto della Toscana

http://www.tgcom24.mediaset.it/salute/allarme-meningite-vaccinazione-di-massa-per-la-popolazione-in-toscana_2159444-201602a.shtml

http://www.gonews.it/2016/02/09/toscana-meningite-vaccinazione-gratis-per-tutti-i-cittadini-delle-province-di-firenze-prato-e-pistoia/

Cuoche in punta di dita

Il giorno domenica 31 gennaio 2016, dalle ore 08.30 circam avranno luogo nel capoluogo di Montaione, con prevalenza nelle vie e piazze del centro storico, le riprese per un programma televisivo su Montaione.
Il programma, un format dal titolo Cuoche in punta di dita, è destinato alla messa in onda su alcune reti digitali nazionali, tra le quali l’emittente Alice TV, e per questo riteniamo sia una ottima occasione per promuovere ulteriormente la conoscenza del nostro borgo.
Le operazioni di ripresa di domenica 31 gennaio saranno rivolte in particolare alla produzione di materiale filmato per la composizione della sigla iniziale del programma, e si svolgeranno nella fascia oraria 8.30-13.30.
Nell’occasione sarà molto utile e gradita la presenza di tutti i cittadini di Montaione che volessero contribuire a rendere vivaci e animate le vie del paese.
Certi che lo spirito dell’iniziativa sarà compreso, e confidando di incontrare molti di voi domenica mattina 31 gennaio, vi ringraziamo per la collaborazione e ci scusiamo per i disagi che eventualmente potranno derivarne.

Fonte: profilo facebook del Comune di Montaione

L’Aperilibro

La Biblioteca Comunale “a biscondola” di Montaione vi comunica la seguente iniziativa

Giovedì 4 Febbraio 2016, ore 19.00

L’APERILIBRO
A cura di Promocultura
in collaborazione con Bar Pasticceria AbraCalabria di Montaione

APERITIVO IN BIBLIOTECA
CON I GIOVANI LETTORI (over 18)

Incontro libero e gratuito

Palio di Buti, muore il cavallo Golden Dawn. Le drammatiche immagini

Un altro cavallo morto per la tradizione. E’ questa la sintesi amara di quanto successo a Buti, in provincia di Pisa.

“Inutile chiedere conto agli organizzatori, così come al pubblico accalorato a bordo pista: per loro tutto è stato fatto al meglio, il percorso è sicuro, i controlli accurati…e se muore un cavallo è sempre per qualcosa di imprevedibile”, dichiara Sonny Richichi, Presidente IHP.

“Inutile spiegare loro che un cavallo, per le sue caratteristiche di specie, messo in una situazione come quella di un palio è automaticamente esposto al rischio di incidente. Chiamarla casualità è pura ipocrisia.”

IHP attenderà l’esito dell’autopsia per valutare eventuali iniziative.

Montaione: al via un imponente programma di lavori

webcam001.phpCon le novità introdotte dall’ultima Legge di Stabilità, che consente di utilizzare risorse accantonate dai Comuni e finora bloccate nel rispetto della normativa sul Patto di Stabilità Interno (quali quelle dell’avanzo di amministrazione), anche il Comune di Montaione potrà dar corso a partire dalle prossime settimane a lavori già precedentemente finanziati e assegnati, nonché a nuovi interventi appaltati proprio entro la fine dell’anno appena concluso. Ulteriori lavori e acquisti di attrezzature saranno effettuati con le risorse provenienti da economie realizzate nel corso dello stesso esercizio 2015.

Con l’inizio del nuovo anno è quindi opportuno informare i cittadini sui lavori e gli acquisti cui il Comune sta mettendo mano, investendo una somma di circa 1 milione di euro, che rappresenta una enormità per un ente locale delle dimensioni di Montaione.

Questo l’elenco dei principali interventi in programma:

– Riqualificazione di Piazza Gramsci;
– Collegamento Piazza Gramsci/Parco dei Mandorli;
– Realizzazione area gioco polivalente presso ex campo da tennis del Parco dei Mandorli con sostituzione del tendone;
– Sostituzione copertura e realizzazione di chiusura perimetrale rimuovibile delle aree esterne bar/cucina del Parco dei Mandorli;
– Rifacimento di vari marciapiedi con interventi anche su asfaltatura: Via Matteotti, Via Togliatti, Via De Gasperi, Via Berlinguer, Via Amendola, Frazioni;

– Sistemazione di Via del Cimitero;
– Rifacimento Area di servizio camper di Piazza Nunziatina;
– Sostituzione impianti di pubblica illuminazione con impianti a LED (totalità corpi illuminanti ad eccezione del centro storico);
– Realizzazione impianto di videosorveglianza su tutto il territorio comunale;
– Rifacimento di parte del tetto della scuola elementare e dell’edificio comunale;
– Installazione di nuovi cancelli per il parco della scuola elementare e per nuovo accesso alla scuola dell’infanzia;
– Manutenzione straordinaria degli infissi dell’edificio comunale;
– Manutenzione dello stadio comunale in sintetico;
– Rifacimento segnaletica stradale e acquisto nuova segnaletica verticale (cartelli);
– Realizzazione di una nuova cappella presso il Cimitero del capoluogo e ristrutturazione di una cappella esistente, oggetto di estumulazioni;
– Acquisto di proiettore digitale per sala cinematografica;
– Acquisto di tende oscuranti per le scuole;
– Acquisto arredi urbani per il centro storico;
– Acquisto di decespugliatore per trattore per taglio erba;
– Acquisto lavasciuga per pulizia pavimentazione della palestra comunale.

“Tutto questo è possibile – dice il Sindaco Paolo Pomponi – grazie al Governo che ha creato le condizioni legislative per sbloccare risorse importanti a lungo immobilizzate. PaoloPomponiMa è anche merito del Comune di Montaione il quale, come tutti quelli della nostra area, ha avuto e continua ad avere i conti in ordine, frutto una gestione oculata delle risorse. Desidero quindi ringraziare la nostra struttura tecnica che a fine anno, con uno sforzo encomiabile, dati i tempi ristretti, ha consentito di progettare e affidare una gran mole di lavori e di commissionare un’importante serie di acquisti. Questi interventi sono in linea con il nostro programma elettorale, riguardando in particolare quelle che sono le priorità del nostro mandato: la viabilità, la scuola, il centro storico, gli spazi e edifici pubblici. A breve faremo conoscere ai cittadini anche le nostre proposte per l’utilizzo delle risorse disponibili sul bilancio 2016 che, posso già anticipare, si muoveranno nel solco degli interventi appena elencati. Per la realizzazione dei progetti per l’anno 2016 e successivi, l’Amministrazione Comunale si aspetta un importante contributo dai nostri giovani che stanno partecipando al laboratorio di progettazione Montaione, un paese da vivere.”

L’illuminazione natalizia e gli auguri del Comune di Montaione

2E’ un’atmosfera assolutamente unica quella in cui si svolgeranno le feste di Natale a Montaione: come lo scorso anno una magia di luci, immagini e colori anima e avvolge parte del Centro Storico del capoluogo.

Per iniziativa del Comune di Montaione, un gioco fatto di luci, di immagini fisse e in movimento proiettate su facciate e luoghi storici, rende unica l’esperienza del Santo Natale per i cittadini e per tutti coloro che vorranno visitare il nostro borgo medievale. Un’occasione nuova per scoprire, o riscoprire, un borgo antico nel cuore della campagna toscana, ed apprezzarlo ancor più in una prospettiva che ne esalta le bellezze e le suggestioni.

biglietti-auguri-2015Originale anche il modo di formulare gli auguri da parte dell’Amministrazione Comunale che anche per questo Natale invierà biglietti “d’autore”. Invece dei consueti biglietti prestampati, è stato scelto di utilizzare biglietti preparati dagli alunni della scuola primaria di Montaione.

Ancora una volta, e con grande entusiasmo, i bambini si sono impegnati nella realizzazione di bellissimi disegni, che hanno reso unico e speciale ogni biglietto di auguri inviato dal Comune.

Il Sindaco e la Giunta porgono quindi i loro ringraziamenti, insieme agli auguri per un felice Natale, a tutti gli alunni e alle insegnanti che li hanno sostenuti in questo progetto: per l’impegno, la magnifica qualità dei disegni e la riuscita di una iniziativa che ha visto protagonisti i più giovani della comunità.

Per consentire a tutti di ammirare il lavoro svolto dai bambini della scuola, l’Amministrazione ha deciso di rendere pubblici i meravigliosi disegni, che saranno pubblicati nella galleria fotografica del sito web del Comune www.comune.montaione.fi.it

Fonte: Comune di Montaione

Dibattito pubblico su Castelfalfi

Giovedì 17 dicembre alle ore 21,30 presso il Teatro Scipione Ammirato di Montaione si terrà un’assemblea pubblica sul “Progetto Castelfalfi”. Con questo incontro prosegue il percorso di partecipazione relativo al progetto, che ha visto, passo dopo passo, il coinvolgimento attivo delle Istituzioni, delle Associazioni del territorio e dei cittadini di Montaione e non solo.

Alla presenza del Sindaco di Montaione, Paolo Pomponi, della Giunta Comunale, e dei rappresentanti della Tenuta di Castelfalfi, l’assemblea sarà l’occasione per un confronto sullo stato diavanzamento generale del progetto, con riferimento particolare allo sviluppo del settore urbanistico e paesaggistico, a quello del settore agricolo ed alle potenziali ricadute occupazionali che avranno sul territorio.

Fonte: Comune di Montaione

Per ulteriori approfondimenti sul progetto Castelfalfi:
http://www.dp-castelfalfi.it

Presepi nel borgo

L’8 dicembre, nella frazione di IANO del Comune di Montaione è stata inaugurata la mostra a cielo aperto dei “PRESEPI NEL BORGO”, e sono stati accolti numerosi visitatori.

Già da alcuni anni, a partire dai primi di dicembre, nelle famiglie del piccolo borgo, si riaccende l’antica tradizione : tutti in cantina o in soffitta a recuperare quegli scatoloni pieni di magia. Carta e muschio per montagne vallate, casette, luminarie, carta stagnola per laghetti e fiumi, e poi tante statuine per realizzare in ogni angolo una minuscola Betlemme.
L’arte di allestire il presepe è un gioco di fantasia, da arricchire anno dopo anno.

Così il borgo di Iano e le case limitrofe, si trasformano con tanti presepi grandi e piccoli (oltre 50) che sbucano da ogni dove: un pagliaio si è trasformato in una palcoscenico per un presepe, mentre anche una vecchia valigia è divenuta il rifugio per Giuseppe e Maria e teatro della Natività.
Tante le idee semplici, ma d’effetto, frutto di una passeggiata nei boschi, come le natività che trovano riparo sotto due tronchi o una semplice corteccia. Anche vecchi attrezzi della tradizione contadina sono stati rispolverati per ingegnose scenografie.

Da apprezzare anche l’impegno ecologico, in quanto alcune ambientazioni sono state costruite utilizzando materiali di recupero.
I presepi possono essere visitati fino al 6 gennaio 2016, anche in notturna, perché sono tutti rigorosamente illuminati. Un po’ di tecnologia non guasta in aiuto a questa arte antica, in quanto consente di programmare i timer che comandano le luminarie fino a tarda notte.

La visita ai presepi del borgo di Iano può essere anche un’occasione per una bella passeggiata perché l’esposizione si snoda fra le viuzze del borgo fino alle case sparse per circa 1 Km. In caso di maltempo oppure per coloro che non possono camminare, il percorso può essere fatto anche in auto in quanto i presepi sono tutti visibili dalla strada provinciale.

Scarica il programma 2015-2016 (pdf)

Riorganizzazione della continuità assistenziale (ex Guardia Medica)

Dal 1° dicembre scorso decorre il nuovo Servizio di Continuità Assistenziale dell’Azienda USL 11 di Empoli.
Il servizio interviene negli orari in cui il Medico o il Pediatra di famiglia non sono tenuti ad esercitare l’attività. Ci si rivolge al servizio per le situazoni di malattia che non possono essere rinviate al giorno successivo al proprio medico curante

11 servizio sarà attivo tutti i giorni dalle 20.00 alle 8.00, i sabati ed i prefestivi dalle 10.00 alle 20.00, le domeniche ed i festivi dalle 8.00 alle 20.00 con le seguenti modalità:

a) contatto telefonico al n. 0571/9411 per consulenze, visite domiciliari e visite
ambulatoriali concordate.
b) ambulatorio di continuità assistenziale ad accesso libero garantito dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00 nei giorni di sabato, domenica, festivi e prefestivi.

Leggi la comunicazione completa
Ulteriori approfondimenti su: http://www.gonews.it/2015/11/25/empoli-guardia-medica-si-riorganizza-per-garantire-assistenza-24-ore-al-giorno/

Ricordando Sergio Gensini

Cari soci e amici,

il giorno 12 dicembre 2015, alle ore 16:00, presso la Sala consiliare di Montaione, si terrà, organizzata dalla Società e dal Comune di Montaione, una giornata dedicata alla memoria del professor Sergio Gensini.

Come saprete, Gensini è stato per decenni l’anima della Società e soprattutto della sua rivista, la “Miscellanea Storica della Valdelsa”, che ha diretto dal 1961 al 2010, lasciando la sua forte impronta sulla cultura del nostro territorio. gensiniIn questa occasione la figura di Gensini sarà ricordata con relazioni che ricostruiranno i principali ambiti del suo impegno culturale e civile, ma anche con brevi testimonianze e interventi di chi lo ha meglio conosciuto e ha collaborato con lui. L’incontro sarà anche l’occasione per riflettere sulle eredità del suo insegnamento e sul significato che ha oggi coltivare la storia del territorio.

Data l’importanza dell’incontro, invito tutti i soci a intervenire e a portare il loro contributo alla discussione.

Il Presidente
Fabio Dei

Società Storica della Valdelsa
Via Tilli 41 – 50051 Castelfiorentino (FI) – tel. 0571 686308
info@storicavaldelsa.it – www.storicavaldelsa.it
https://www.facebook.com/pages/Società-Storica-della-Valdelsa/269362843140344
https://twitter.com/storicavaldelsa

sergiogensiniIl professor Sergio Gensini è scomparso il 18 novembre 2014, all’età di 93 anni. È stato educatore e amministratore pubblico, ma ha soprattutto dedicato la sua vita alla storia e al territorio della Valdelsa. Fin dagli anni ’50 ha fatto parte della Società Storica della Valdelsa (che ha presieduto dal 1980 al 1986); dal 1961 al 2010 ha ininterrottamente diretto la rivista della Società, la “Miscellanea Storica della Valdelsa”.

In questo incontro la SSV intende rendere omaggio alla guida intellettuale che l’ha traghettata attraverso mezzo secolo di cruciali mutamenti sociali, culturali e storiografici.

Gatorade Footgolf Cup a Castelfalfi

Locandina Gatorade Footgolf Cup
Fai click per ingrandire il manifesto

Un evento straordinario nel panorama footgolfistico toscano si svolgerà sabato 5 dicembre al Golf Club Castelfalfi di Montaione (Firenze): è la Gatorade Footgolf Cup, organizzata da Foootgolf Toscana. Vuoi vincere la fornitura omaggio per te e/o la tua squadra per tutto il 2016? Questa è l’occasione giusta! A tutti i partecipanti, intanto, sarà dato in omaggio un Gatorade, e poi sarà messa in palio una pioggia di bevande. Una fornitura per il 2016 sarà estratta a sorte fra i partecipanti, e poi ne sarà assegnata una per tutte le categorie previste: il best approach, il longest tee shot, la hole in one e altre. Quella di sabato a Castelfalfi è una gara promozionale aperta a tutti, che non assegna punti per la classifica Regions’ Cup, ovvero il campionato regionale di footgolf. Si disputerà in uno dei più suggestivi e apprezzati Golf Club di tutto il panorama nazionale, con par 72 di 2.476 metri.

A footgolf si gioca con un pallone da calcio e l´obiettivo è fare buca, che ha un diametro di 50 cm., nel minor numero di calci possibili. Le regole sono le stesse del golf, e a seconda delle distanze le buche sono par 3, par 4, par 5. Le buche sono sempre 18 e per terminare il percorso si passano all´incirca tre ore in un ambiente suggestivo, immersi nel verde. Il gioco del footgolf è individuale, ma per renderlo più divertente si può formare una squadra, partecipando così anche ai premi riservati ad esse. L’abbigliamento di gioco richiesto è il seguente: pantaloni, tuta o bermuda, calzettoni da gioco fino al ginocchio, maglia, tuta, k-way o polo (no t-shirt), scarpe da tennis o da calcetto, divieto assoluto invece per le scarpe da calcio. Ogni iscritto deve portare un pallone da calcio misura numero 5.

Per iscriversi alla gara di sabato 5/12 a Castelfalfi basta collegarsi sul sito www.foootgolftoscana.it e seguire le indicazioni della apposita sezione “Iscrizioni”. Il costo è di € 25 per gli uomini e € 15 per femminile, under 16 e soci Golf. Sarà possibile iscriversi entro giovedì 3/12 o al raggiungimento di 100 iscritti. I gruppi di gioco, per sapere con chi si gioca e l’orario esatto nel quale partire, saranno pubblicati venerdì 4/12 su www.footgolftoscana.it e sulla pagina Facebook “Footgolf Toscana”.
Il programma della giornata: partenze dalla buca 1, a gruppi di 4/5 giocatori, a partire dalle 9:30 fino alle ore 13; fasce orarie di gioco (9:30/10:00, 10:00/11:00, 11:00/12:00, 12:00/13:00). La gara dovrà essere terminata in 3h 15′ circa: calcolando che farà buio alle 17:00, è obbligatorio presentarsi puntuali al Golf Club, altrimenti può non essere garantita la partenza alla gara, pur avendo pagato il contributo associativo previsto.
Alle 17.30 si svolgerà la premiazione riservata alle seguenti categorie: Maschile e Femminile assoluto, Ladies, Over 45 M, Over 55 F, Under 16 M/F, Hole in One. Nuovi premi: best approach, longest tee-shot.

Per tutte le info e iscrizioni: www.footgolftoscana.it, info@footgolftoscana.it, 392/9847182 – pagina Facebook, Footgolf Toscana.

Cosa aspettate? Footgolf wants you!

Contatti
Ufficio Stampa Footgolf Toscana
email: ufficiostampa@footgolftoscana.it
tel: +39.3336851604
www.footgolftoscana.it

Un ricordo di Gino Terreni, pittore, scultore e cittadino onorario di Montaione

di Rino Salvestrini

Gino Terreni è nato a Empoli (frazione di Tartagliana) il 13 settembre 1925 da una famiglia di coltivatori diretti. Dopo la guerra di Liberazione a cui partecipò come volontario nei reparti d’assalto della divisione Legnano sulla Linea Gotica, riprese gli studi al magistero fiorentino sotto la guida di Pietrino Parigi e Francesco Chiappelli. Insegnò matematica, educazione fisica, disegno e storia dell’arte nei licei classici e scientifici ed educazione artistica nelle scuole medie. Ha illustrato libri e ha esposto in Italia e nel mondo: Venezia, Roma, Pistoia, Assisi, Padova, Prato, Torino, Milano, Livorno, Firenze, Città del Messico, Parigi, Melbourne, New York, Mosca, San Pietroburgo, Berlino, Dresda, Barcellona, Cracovia, Tokyo, Lubiana, tanto per citare le più prestigiose.

ginoterreniDa ricordare anche molti monumenti in varie città con sculture e mosaici, nonché opere di affreschi e vetrate. Nel 2002 ha terminato il monumento alle vittime del Padule di Fucecchio, dedicato anche alla stazione partigiana e alla tragedia di Cefalonia, inaugurato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Vive principalmente a Bellosguardo, nella sua azienda agricola del “Selvatico”.

Insegnò nei primi anni della scuola media di Montaione e qui organizzò molte edizioni della “Estate montaionese”, specialmente i premi di pittura estemporanea, cioè lanciò il seme per far conoscere Montaione che poi ha continuato con le iniziative turistiche con i risultati che tutti conosciamo: per questo si è meritato la cittadinanza onoraria di Montaione .

Gino, colpito dal primo ictus volle essere portato nell’estate appena trascorsa a vedere le colline di Montaione. Ci ha lasciato sabato 28 novembre. Ciao Gino, Montaione ti deve molto.

Rino Salvestrini, tuo amico da 50 anni.

Per approfondimenti vedi anche:
http://www.gonews.it/2015/11/29/empoli-morte-di-gino-terreni-il-cordoglio-del-sindaco-barnini-se-ne-va-un-testimone-del-novecento/

Cinema di qualità a Montaione

Sabato 28 ore 21,15, Domenica 29 novembre ore 17,30

“Un film magmatico, gioiosamente ridondante, tracimante vita ed ambizione”
BIRDMAN
(USA 2014) 119’ Regia: Alejandro González Iñárritu Con: Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan
per vedere il trailer clicca qui:

Birdman, Il trailer italiano del film – HD – Film (2014)

birdmanRiggan Thompson è una star che ha raggiunto il successo planetario nel ruolo di Birdman, supereroe alato e mascherato. Ma la celebrità non gli basta, Riggan vuole dimostrare di essere anche un bravo attore. Decide allora di lanciarsi in una folle impresa: scrivere l’adattamento del racconto di Raymond Carver. Di cosa parliamo quando parliamo d’amore, e dirigerlo e interpretarlo in uno storico teatro di Broadway. Nell’impresa vengono coinvolti la figlia ribelle Sam, appena uscita dal centro di disintossicazione, l’amante Laura, l’amico produttore Jake, un’attrice il cui sogno di bambina era calcare il palcoscenico a Broadway, un attore di grande talento ma di pessimo carattere. Riuscirà Riggan a portare a termine la sua donchisciottesca avventura? Dopo il tuffo negli abissi della disperazione di Biutiful, capolavoro poco apprezzato dal grande pubblico, il regista messicano Alejandro Gonzalez Inarritu si cimenta con la commedia, benché agrodolce e in alcuni tratti quasi nera. Continue reading Cinema di qualità a Montaione

Comunicato IHP 27 novembre 2015

I cavalli di Rignano Sull’Arno sono stati trasferiti. IHP chiede ulteriori informazioni alle Autorità

logo ihpLa lunga e tortuosa vicenda dei cavalli di Rignano ha avuto un primo epilogo per i 9 animali, che martedì 24 sono stati tutti trasferiti presso un Circolo Ippico situato a pochissima distanza dal luogo in cui, nell’ultimo mese, l’associazione se ne era presa cura.

Sorpresi da questa improvvisa novità – della quale non eravamo stati informati nonostante la nostra costante presenza fin dal 26 ottobre e nonostante i tanti appelli verbali e scritti in cui chiedevamo invano l’intervento delle Autorità – abbiamo scritto all’Asl e al Ministero della Salute per i dovuti chiarimenti sulle motivazioni e sui presupposti che hanno portato al trasferimento.  L’intento è di accertarci che tutte le operazioni si siano svolte in modo coerente con la tutela degli animali nel rispetto della normativa, nonché di capire come mai questa decisione sia stata possibile solo il 24 novembre e non prima.

Pubblicheremo i relativi aggiornamenti non appena riceveremo le risposte alle nostre lettere. Nel frattempo ci preme far notare che, come dichiara il Comune di Rignano in una nota, L’Asl avrebbe verbalizzato il 24 novembre il “buono stato di nutrizione ad eccezione di un soggetto”. Non si dice, però, che questo sarebbe derivante non tanto dall’agire dei detentori, ma dall’attività spontanea di IHP protratta per un mese.

Per ripercorrere la vicenda, rimandiamo al nostro ultimo articolo del 20 novembre che contiene i link agli articoli correlati:http://www.horseprotection.it/dett_articolo.asp?id_a=976

Ginnastica posturale di gruppo

ginnastica posturale di gruppo.odtIl metodo si basa su un approccio globale con una parte di esercizi attivi e di tonificazione, una parte di stretching e allungamento, una parte di rilassamento e rinforzo muscolare.

Gli incontri si svolgono in un gruppo di massimo 6 persone e in un ambiente armonioso, tranquillo e confortevole. Il corso è adatto a persone di qualsiasi età e a chi vuole provare a risolvere dolori e tensioni muscolari di varia natura.

I pazienti vengono seguiti individualmente da una fisioterapista specializzata in posturologia in modo da garantire i massimi benefici.

Orari dei corsi:
LUNEDI ORE 17 e 18
GIOVEDI ORE 18 e 19

PRIMA LEZIONE GRATUITA
Alice Bettini
Via Chiarenti, 50
Montaione FI

tel. 3287053604
e mail alicebettini29@gmail.com
Fb Fisioterapia Alice Bettini