Anteprima Tartufesta, da Montaione a Montaione.

La terra si sta vestendo di rosso, giallo e di tutte quelle sfumature tipiche dell’autunno.
E’ il momento di vivere a pieno questa magnifica stagione con nuove passeggiate ed avventure, per grandi, piccoli e piccolissimi!
Ecoistituto delle Cerbaie
Domenica 20 Ottobre 9.00-16.00. Anteprima Tartufesta, da Montaione a Montaione.
Ritrovo presso il parcheggio delle scuole di Montaione in via G. Pascoli alle ore 9:00.
Immersione nelle valli tartufigene dell´Evola e del Carfalo con approdo all´anteprima Tartufesta 2019. Livello di difficoltà Escursionistico con 14 km.
Un anello, con ritorno all´Anteprima di Tartufesta, a capofitto nei sentieri più remoti dell´Evola e del Carfalo, laddove, in questa stagione,
brillano gli arilli rossi dei tassi e cangiano le fronde di ogni latifoglia. Escursione gratuita con prenotazione obbligatoria.
Per info e prenotazioni Andrea a.bernardini@ecocerbaie.it 3409847686

Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

lebbro, s.m.: rebbio, ma la voce è nettamente in disuso. Del resto quante persone sanno che la punta di una forchetta si chiama rebbio? Come vediamo, l’italiano deve essere imparato molto meglio

lécca, s.f., voce prevalentemente tosc.: “percossa”, “botta forte” (come in fiorentino “lècca”), come del resto il piemontese “lécca”, dal significato tanto simile a quello del genovese “lécca”: ceffone secondo il DEI, ma noi diciamo anche “ciaffone”, così come diciamo “Che ciaffone gli darei!” al posto dell’italiano “ceffone”. Si pensi alla frase con adeguata mimica: “Gli ha dato un paio di lecche!”: l’ha schiaffeggiato proprio con violenza!

Un significato simile, ma per estensione, cioè in senso metaforico, ha quando viene detto: “Che lecca!”: che batòsta! come “Che briscola!”, “Che bòtta!”, “Che legnata!” in riferimento a una somma molto rilevante “da pagare” anche in castagnetano (L. Bezzini). Si tratta, come si desume facilmente, di una percossa anche in tal caso, ma dal punto di vista economico, come nella frase, non detta certo con benevolenza: “Che bella lécca ha avuto!”: che colpo grave ho subìto!

lecchinaggio, s.m.: adulazione fino alla nausea specialmente nei confronti di un noto capo partito: neologismo fucecchiese (da usare non solo nell’ambito familiare per la sua efficacia semantica) chiaramente derivato da “lecchino” (ma nel senso, presente nell’italiano “comune” di “adulatore”, “leccapiedi”, ma noi più volgarmente usiamo dire “leccaculo”

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 15 ottobre 2019

 

Le novità in biblioteca

 

Sezione Multimediale:

AVVISO PER ASSEGNAZIONE STANDS “TARTUFESTA” Mostra Mercato del tartufo e dei prodotti tipici – Edizione 2019

Il Comune di Montaione, in esecuzione della Deliberazione della Giunta Comunale n. 54 del 23.05.2019, in occasione della manifestazione Tartufesta. Mostra mercato del tartufo e dei prodotti tipici. XXVIII edizione, prevista per i giorni 20, 26, 27 ottobre 2019, mette a disposizione gli spazi di seguito descritti a esclusivo scopo di esposizione e vendita di tartufi e prodotti derivati.

Termine per la presentazione della scheda di adesione: 11 ottobre 2019

Scheda di adesione

Avviso

Fonte:Comune di Montaione

Comunicato IHP – Buti (PI): salvata cavalla maltrattata. IHP fa intervenire Asl e Polizia Locale: proprietario denunciato

Comunicato IHP 5 ottobre 2019
Nel giorno di San Francesco, patrono degli animali BUTI (PI): SALVATA CAVALLA MALTRATTATA IHP fa intervenire Asl e Polizia Locale: proprietario denunciato
5 OTTOBRE 2019, VOLTERRA – È arrivata ieri sera al Centro di recupero di IHP Hot Topsail, una cavalla sequestrata con un salvataggio lampo da parte di IHP Italian Horse Protection Onlus. Rilevate le gravi condizioni di salute in cui si trovava, la no profit per la tutela degli equidi ha richiesto l’intervento urgente delle autorità: sul posto sono intervenuti il Comandante e gli agenti della Polizia Locale Unione Valdera e i veterinari dell’ASL Toscana Nordovest di Pontedera. L’operazione di salvataggio della cavalla è andata a buon fine, tuttavia non è stato possibile procedere al sequestro dell’altro equide presente nella struttura: risultava ancora registrato al precedente proprietario, un commerciante di cavalli che l’aveva ceduto senza firmare il passaggio di proprietà e ne è quindi tornato in possesso. IHP si è opposta con forza a questa restituzione, rendendosi disponibile ad accogliere entrambi i cavalli a proprie spese, purtroppo senza risultato. L’associazione muoverà altri passi legali per tutelare anche il secondo cavallo; Hot Topsail è stata invece sequestrata e affidata a IHP proprio il 4 ottobre, nel giorno che celebra San Francesco d’Assisi, patrono degli animali. Il referto del veterinario ippiatra dott. Losani, che era stato inviato sul posto dalla Onlus immediatamente dopo aver scoperto la situazione per prestare le prime cure urgenti, conteneva tutti gli elementi utili all’intervento delle Autorità: <>. Da ieri sera Hot Topsail si trova al sicuro nell’infermeria del Centro di recupero IHP, dove la ferita è stata nuovamente pulita e trattata dalla nostra veterinaria Agnese Santi. È sotto terapia antibiotica e ricostituente, non è in pericolo di vita e lo staff di IHP conta di poterla recuperare, anche se ci vorrà tempo. Per prendersi cura di Hot Topsail e garantirle un futuro libero da ulteriore sofferenza, IHP lancia un appello per raccogliere fondi: “Le risorse economiche servono al mantenimento degli equidi che riusciamo a salvare e a fronteggiare le emergenze come questa, con tempestività e anticipando le spese necessarie” spiega Sonny Richichi, presidente di IHP e coordinatore dell’operazione di salvataggio. “Il futuro dei tanti cavalli che possiamo aiutare si basa sulla generosità e sulla motivazione dei cittadini a partecipare alla nostra missione con il proprio supporto, per contrastare la tendenza di un mondo in cui troppo spesso i cavalli e gli animali in generale sono trattati come oggetti”. Chi desidera partecipare alla causa di IHP può effettuare una donazione sul conto corrente postale n. 99980120 indicando come causale “Hot Topsail”, a favore di IHP Italian Horse Protection Onlus, o sulla pagina Facebook IHP Italian Horse Protection. Per altri metodi (bonifico, carta di credito) le informazioni sono su www.horseprotection.it/sostienici.asp <www.horseprotection.it/sostienici.asp> IHP combatte gli abusi e i maltrattamenti e lavora per un cambiamento normativo e culturale che porti al riconoscimento dei loro diritti; fin dal 2009 gestisce il primo Centro di recupero riconosciuto dal Ministero della Salute per equidi posti sotto sequestro giudiziario. Questo riconoscimento istituzionale non comporta tuttavia il ricevimento di fondi pubblici né di rimborsi spese dalle Procure che a IHP affidano gli animali sequestrati.

Ossessione. Direzione Gioconda

La Biblioteca Comunale “a biscondola” di Montaione è lieta di segnalare il seguente evento

FRANCO FOSSI  OSSESSIONE. DIREZIONE GIOCONDA 

Mostra diffusa di arte contemporanea a cura di Laura Monaldi.

Dal 28 Settembre al 3 Novembre presso il Museo Civico e il Palazzo Comunale di Montaione.

L’inaugurazione ufficiale della sede espositiva di Montaione si terrà

DOMENICA 6 OTTOBRE

presso il Palazzo Comunale e il Museo Civico

alle ore 10:30

Evento organizzato e promosso da

Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa

in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci.

 

Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

lavativo, s.m.: fannullone, ma per esser precisi questo ne è un sinonimo (DISC) e allora lo possiamo definire sia “scansafatiche” sia “attaccabrighe” (M. Catastini). Peggiore ancora è quando  vien detto “È un lavativo a ghiaia”: è una persona che “ha qualità infime” (R. Cardellicchio). Comunque il significato che ha “lavativo” anche di piantagrane ovvero rompiscatole si spiega non essendo il clistere (significato che ha comunemente il termine lavativo) certamente uno strumento gradevole!

lavorà’, v.tr. quando lavorare significa, specialmente fra amici, “prendere in giro” (ne è un es. la frase: “L’ha lavorato di fino!”: l’ha preso in giro accuratamente o, per dirla alla fucecchiese, “bene bene”, ma spesso detto scherzosamente o lameno col sorriso fra le labbra). È invece intr. quando esso significa “esercitare una qualche attività” (DISC), come nell’accezione comune.

Se una persona non dimostra alcuna voglia di lavorare a Fucecchio viene detto: “Voglia di lavorà? saltami addosso!”e qualche persona ben più raramente aggiunge “o stammi lontano più che posso”, cioè il più possibile

lavoratora, s.f.: lavoratrice, ma ormai, se viene detto, questo termine errato viene usato più che altro per scherzo, come avviene per altre parole con la stessa errata terminazione

lavoro, s.m. inteso come moltitudine, per es., nella frase (accompagnata da un gesto eloquente “C’è un gran lavoro (o lavorìo) di gente!”

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 8 ottobre 2019