In arrivo la banda ULTRALARGA nel comune di Montaione. Fibra fino dentro casa dell’utente

L’Amministrazione Comunale ha sottoscritto l’Accordo di Programma per la realizzazione del Progetto Banda Ultralarga in Toscana, che porterà la fibra ottica (per l’altissima velocità nello scambio dei dati) anche nelle abitazioni di molti montaionesi.

In gran parte del territorio comunale di Montaione il servizio sarà erogato tramite la tecnologia FTTH (fibra fino dentro casa dell’utente), superando il classico doppino telefonico in rame e offrendo quindi il massimo delle prestazioni possibili al momento; laddove si sarà in presenza di case sparse, queste potranno essere raggiunte via ponti radio.

Si tratta della più importante “rivoluzione” digitale del nostro Paese per ridurre al massimo il cosiddetto “digital divide”.
I firmatari, oltre al Comune di Montaione e altri comuni Toscani interessati in questa fase, (altri hanno già sottoscritto questo accordo, altri ancora lo faranno nei prossimi mesi) sono stati: la società Infratel Italia Spa, la società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico, Open Fiber Spa – il soggetto che esegue i lavori di costruzione della rete quale aggiudicatario del bando nazionale – e la Regione Toscana, che come ogni regione italiana coordina il rapporto fra Ministero e Ammnistrazioni Locali.
Per Montaione, dopo alcuni incontri con Open Fiber e Regione Toscana, sono state superate alcune difficoltà tecniche e sono state ottenute le autorizzazioni necessarie dagli altri enti interessati, in particolare dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Firenze.

Si aspetta adesso l’inizio dei lavori, previsto per i prossimi mesi. La conclusione degli stessi è stata annunciata entro il 2019.
Il Comune monitorerà i (molti) lavori, in modo che siano eseguiti recando il minor disservizio possibile e rispettando le prescrizioni previste, date anche dal fatto che il nostro è annoverato tra i borghi più belli d’Italia.

Fonte: profilo Facebook Sindaco Paolo Pomponi

Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

grillaio, s.m., termine “tipicamente toscano” e in particolare fucecchiese almeno un tempo per indicare un falconiforme minore: il falco grillaio (“Falco naumanni”) e chiamato così “perché si nutre principalmente di insetti fra cui i grilli” (C. Romanelli)

groma, s.m., gromma, incrostazione lasciata dal “vino nella botte” o quella lasciata dal “tabacco nella pipa”, definita da un fucecchiese intervistato da M. P. Bini “roba molliccia, puzzolente di tabacco”

gronchio, agg. tosc.: “rattrappito dal freddo, detto per lo più delle mani” (DEI) e perciò in tal caso al plurale

grogge, agg., ma non sembra certo tale, per quanto la voce inglese (“groggy”), da cui deriva tale neologismo alterato, significhi propriamente “ubriaco” (DISC), nell’espressione, presente solo nel linguaggio giovanile “essere” o “sentirsi in grogge”: sentirsi molto stanco: la forma storpianta si può considerare una loc. avv., ma si tratta di una estensione arbitraria e perciò in definitiva erronea

grondon grondoni, loc. avv. tosc.: (camminare) “curvo in avanti, con andatura cascante”. Deriva da “grondare”, cioè “cascare giù” (DEI)

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 30 aprile 2019 

Cinema. Bentornato Presidente

A cinque anni dal successo di Benvenuto Presidente! Peppino Garibaldi torna sugli schermi con uno straordinario Bisio che si conferma un grande mattatore in un sequel sempre più in equilibrio tra fiction e realtà.

Raccomandiamo una particolare attenzione agli orari che in occasione della Pasqua subiscono variazioni importanti.

Vi aspettiamo. BUONE  VISIONI!

L’Angelo Azzurro

Elezioni amministrative 2019. “Vivere Montaione” presenta la sua squadra

Comunicato stampa.

Paolo Pomponi, candidato sindaco della lista “VIVERE MONTAIONE”, si presenta alla prossima tornata elettorale del 26 maggio con i suoi dodici candidati.
Sono sei donne e sei uomini, tutti appartenenti alla comunità montaionese e con un profondo attaccamento al territorio; alcuni di loro hanno già un’esperienza amministrativa alle spalle e si ripropongono con entusiasmo, pronti a supportare coloro che intraprendono questo percorso.

Ecco i nomi dei 12 candidati:

Emilia Baccellini, 25 anni, studentessa universitaria

Silvia Balsamello, 43 anni, operatrice Socio Sanitaria

Lisa Ceccarelli, 28 anni, impiegata

Rachele De Prisco, 44 anni, avvocato

Sandra Guerrieri, 47 anni, dipendente pubblico

Cristina Martini, 47 anni, impiegata

Luca Belcari, 34 anni, dipendente pubblico

Giorgio Benassi, 28 anni, tutor accademico

Daniele Bini, 68 anni, pensionato

Marco Cantini, 25 anni, studente universitario

Sandro Donati, 35 anni, libero professionista

Enrico Senesi, 47 anni, impiegato

Con lo spirito di squadra che ha sempre contraddistinto l’operato di Paolo Pomponi, il Sindaco uscente  si ripropone ai suoi concittadini con 12 persone che, con la loro peculiare esperienza di vita e lavorativa, daranno il proprio contributo, portando il loro personale punto di vista. Nei prossimi giorni sarà resa nota la data in cui al Teatro Scipione Ammirato di Montaione si terrà una serata di presentazione ufficiale ai cittadini, con l’illustrazione del programma elettorale.

Il Comitato elettorale di VIVERE MONTAIONE, ubicato in via Roma 6, nel centro storico di Montaione, resterà aperto il mercoledì ed il giovedì pomeriggio ed il sabato tutto il giorno, a partire da sabato 20 aprile.

Contatti:
www.viveremontaione.it
facebook: Vivere Montaione
instagram: vivere_montaione

Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

gravatta, s.f.: cravatta, di cui è una lieve storpiatura (venuta meno, pare, per quanto in particolare nel vernacolo una certa confusione fra la c- e la g- continui a sussistere) non dipendente certo dal fatto che in portoghese, secondo il DEI, cravatta si dice “gravata”

gremigna, s.f.: gramigna, probabilmente per dissimilazione della –a-  nei confronti della lettera finale, così come si spiega che verso l’Anchione e Ponte Buggianese, cioè verso il Padule di Fucecchio, esista via del Gremignaio, nonostante che sia giustificato il termine “gramigna” derivando dal lat. “graminea(m)”, f. dell’agg. “gramineus” = “erboso” (De Mauro)

grembio, s.m. tosc.: grembiule, da questo lemma derivato secondo il DEI, che lo considera “pisano” e la derivazione si spiega per l’aggiunta del suff. tosc. “-ule” o, nel caso del meno frequente “grembiale”, per quella del suff. “-ale” per formare un sostantivo “denominale” (DISC), ma in più, nel caso di “piazzale” e “viale”, con “valore accrescitivo” (De Mauro). Comunque è a “grembo” (voce d’ “area toscana”) che derivano il lemma e le due voci sopra citate, secondo il DELI

greppa, s.f. var., rialente al ‘300, di greppo: “dirupo” (DEI); infatti via della Greppa indica a Fucecchio una via scoscesa, oltre che stretta. Nelle campagne vicino, come nel cerretese e presso Larciano, si può, ma più precisamente si poteva, sentir dire (e non raramente) “sgreppo” con lo stesso significato di “greppo”, ma con un prefisso intensivo o peggiorativo, comunque espressivo. Anche “casa Greppi” presso il Galleno, lungo l’ormai famosa via Francigena, è un toponimo derivato dalla sua posizione presso il “fianco scosceso di un’altura”

grétola, s.f.: persona che cerca “tutti i pretesti, fa di tutto” per ottenere un certo scopo, mentre in Maremma significa “persona chiacchierona o brontolona” e nella bella novella di Renato Fucini “Scampagnata”, nella raccolta “Le veglie di Neri”, al plurale significa “pretesti”, deduco da M.P.Bini.

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 23 aprile 2019