Inaugurazione mostra opere realizzate dall’artista Felice Tagliaferri

Sabato 18 luglio alle ore 10.00 si terrà l’inaugurazione per l’esposizione delle opere “Il Cristo Rivelato” e “Nuovo Sguardo” dello scultore non vedente di fama internazionale Felice Tagliaferri. Con queste opere, che rimarranno esposte nella Chiesa dei Santi Giuseppe e Lucia adiacente al Municipio fino al 10 ottobre, Montaione continua ad investire nell’arte con diversificate iniziative.

Montaione, che con le sue incantevoli immagini paesaggistiche e la campagna circostante, fa della bellezza un elemento identitario, vuole accogliere gli artisti per formare un connubio tra arte e natura ospitando, questa estate, le meravigliose realizzazioni in marmo del maestro Felice Tagliaferri.

Felice Tagliaferri è uno scultore non vedente che ha intrapreso dal 1998 un percorso artistico molto personale da lui stesso riassunto nello slogan “Dare forma ai sogni”. Le sue creazioni sono infatti sculture non viste, che prima nascono nella sua mente e poi prendono forma attraverso l’uso preciso delle mani, guidate da incredibili capacità tattili.

Collabora in maniera continuativa con i Musei Vaticani, il Museo Tattile Statale Omero, l’Accademia di Brera, l’Accademia di Roma , la Collezione Guggenheim di Venezia e l’Università di Dublino.

“Il Cristo ri-velato”, già esposto nei più importanti musei, è stato realizzato tra il 2009 e il 2010 in seguito ad un evento particolare: durante la visita alla Cappella Sansevero di Napoli, al maestro Tagliaferri venne negata la possibilità di toccare il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino, e da quel divieto decise di realizzare “Il Cristo ri-velato”, la sua personale versione dell’opera, una scultura dal doppio significato, “velato per la seconda volta” e “svelato ai non vedenti”, che adesso possono leggere la pietra toccandola con le mani.

Da allora la carriera dello Scultore si è arricchita anche dall’incontro con altri artisti e esperienze grazie a cui ha potuto dare vita a nuove forme d’arte, spaziando nell’uso di materiali diversi, come creta, marmo, leno e pietra e lavorando come formatore e insegnante per artisti vedenti, non vedenti e ipovedenti alle prime armi.

“Nuovo Sguardo” nasce In seguito all’incontro, nel 2018, di Felice con la Pietà di Michelangelo all’interno dei Musei Vaticani, al quale viene permesso di vedere i volti attraverso le sue mani, e l’artista realizza i volti di Cristo e della Madonna prima in un laboratorio del museo stesso e poi decide di riportarli sul marmo creando una personale interpretazione che sarà esposta per la prima volta proprio a Montaione.

Nell’opera l’artista mostra il Figlio che tiene in braccio la madre e se ne prende cura così come vuole evidenziare la necessità che l’uomo continui a prendersi cura della donna e rispettarla. La parte retrostante è ancora in roccia grezza per simboleggiare l’importanza del lavoro che ancora rimane da fare nell’animo umano affinché tutto questo possa accadere.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.