Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

gostà’, v. per lo più intr.: costare, che deriva dal lat. “constare”: “stare fermo” e poi “valere” e il v.lat. deriva da “cum” rafforzativo e “stare” = “essere fermo” (da cui “statua”), con semplificazione eufonica del nesso lat. –nst rispetto a “constare” (DISC). Quanto allo scambio tra la c- e la g-,  poteva avvenire anche in lat., come abbiamo visto parlando di “gastigo”. Gostà’ pare che sia “vivo nel pisano”, almeno stando al DEI, se non nel contado nella frase, per es., “Quanto gòsta?”: quanto costa?

gosto, s.m., ma penso che venga detto molto raramente (e forse mai più “aosto”, registrato da M. Catastini) a differenza, talora, del nome, anzi dell’ipocoristico ormai più che altro scherzoso Gosto e del suo diminutivo Gostino (Agostino), in cui è chiara l’aferesi della lettera iniziale anche per un motivo pratico a cui il popolo è molto sensibile nel linguaggio stesso. L’esigenza di velocizzare anche nel parlare per non perdere tempo, senza peraltro dimenticare i motivi espressivi che rendono più viva, appunt in generale, la lingua plebea rispetto a quella aristocratica

gotoni, s.m. pl.tosc.: parotite; il termine nostrano si spiega perché tale malattia fa venire gonfie le gote, mentre altrove dicono “gattoni”, termine attestato dal Duecento e invece dal Trecento “orecchioni” (DEI) perché la parotite “comporta un ingrossamento della zona dietro gli orecchi” (DIR)

gottolàgnola, s.f.: “piega della pelle sotto il collo dei bovini”. C’è anche chi la definisce semplicemente “pappagorgia” (M. Catastini), che però si riferisce alle “persone molto grasse”: DISC, mentre gottolàgnola è un termine toscano, attestato nell’Ottocento, da tempo in disuso.

Deriva dal lat. “guttur, gutturis” = “gola”, con “assimilazione” alla –l- successiva dall’ipotetica “gottoragnola”: DEI, che la definisce semplicemente “giogaia”, a sua volta definita come abbiamo visto sopra

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 2 aprile 2019 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.