Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

lei, pron. pers. f. sing.seguito dall’avv. di luogo “là”, ma detto con una certa animosità, come avviene anche con altri pronomi personali analogamente seguiti da tale avv.

lendinoso, agg.: che ha tante lèndini, cioè “uova di pidocchio” (L. Bezzini) nel capo e perciò è tutt’altro che pulito; infatti oggi è usato nel senso di sudicio

lentàggine, s.f.: “lantana, specie di viburno”, nel lat. scientifico “Viburnum lantana” derivato dal lat. botanico “lentana” , divenuto “lantana” in Linneo e a sua volta derivato dall’ipotetico lat. “lentagine(m)” da “lentus” = “lento, flessuoso” secondo il DEI, per il quale Diz. la nostra è una voce pisana

lernio, agg.: schifiltoso; infatti il DEI parla di questa voce come termine toscano, ma il lucchese “lernia” significa “persona delicata” mentre da noi vien detto più propriamente in riferimento a una persona schizzinosa, con un tono senza dubbio sfavorevole come “uggioso”

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 29 ottobre 2019

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.