Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

intramà’, v.tr.: tramare rispetto al quale “intramà’ ” mi sembra certo più espressivo, come tante altre voci popolari

intramato, agg.: individuo che si è intromesso in cose altrui e certo non in senso positivo, essendo sinonimo di “trama” il termine “intrigo” (DISC). A Fucecchio si è sentito dire anche “entróna” in riferimento a una ficcanaso, ma pare che il termine sia originario della provincia di Siena o addirittura, per quanto sia espressivo, potrebbe essere un termine isolato

intramestone, s.m.: confusionario, individuo che si dà da fare in modo sospetto. Deriva dal v. pis. “intramestare”, da noi usato volgarmente nella forma tronca e che significa “tramestare” (v. tosc. anche secondo il DISC), cioè “confondere mescolando”: DEI, secondo cui è usato anche da Franco Sacchetti

intrampalà’, v.intr.anche pis. come “intrampolà’ ”(B. Gianetti), di cui è forse una var. per assimilazione: intrampolare, cioè “inciampare, perdere l’equilibrio”, un po’ “come quando si cammina sui trampoli”, vocabolo quest’ultimo derivato dall’antico tedesco “trampeln” = “muoversi  procedendo pesantemente” (DEI)

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 26 agosto 2019

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.