Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

giarda, s.f.: muco che cola dal naso

ginocchioni (in), loc. avv. con un significato particolare nella frase che un tempo poteva essere sentita dire a Fucecchio: “Le anguille in ginocchioni ènno un incanto”: le anguille cucinate in un certo modo sono veramente gustose

giondolo, s.m.: ciondolo, di una famiglia di parole considerate onomatopeiche in sostanza dal DEI; ancora più espressiva mi pare questa voce nostrana perché mi suggerisce ancora di più l’idea di qualcosa che pende giù. Che almeno qualche tempo fa venissa detto a Fucecchio si può desumere anche dal soprannome “Giondolo” e secondo il DISC “ciondolare” (ma da noi veniva detto anche “giondolà’”) è una voce onomatopeica “da accostare” a “dondolare”

giòo, s.m.: gioco, come in pisano, così come il verbo corrispondente col solito dileguo della –c- intervocalica. Si pensi alla frase ironica: “E’ un ber giòo, sì!” in riferimento ad un gioco che non è affatto piacevole. A dimostrazione di quanto sia importante anche sul piano culturale una parola, si tenga presente la derivazione di “gioco” dal lat. “iocu(m)” propriamente “gioco di parole”, che ha sostituito il termine  latino ben più diffuso nell’antichità per indicare il gioco, ma “in azione”, e cioè “ludus”, di probabile origine etrusca (DELI)

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  https://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  https://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 29 gennaio 2019 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.