La cupola di Montaione

di Rino Salvestrini

cupolamontaione
Ricostruzione virtuale della cupola da riportare alla luce, dell’architetto Silvano Salvadori

A distanza di oltre 70 anni siamo ancora a riparare i danni della guerra. La chiesa arcipretura di S. Regolo a Montaione (si dice che fosse ampliata su progetto di Bartolomeo Ammannati) ha la sua cupola, ma può essere vista solo dall’interno perché la parte esterna, privata della copertura in piombo e quindi soggetta a penetrazioni di pioggia, fu coperta con una costruzione a mattoni e tegole.

Non ci sono foto di questa cupola, ma solo una cartolina del fotografo Cesare Ciulli (marito di Paola cartolaia che per tanti anni ha tenuto bottega in via Ammirato) integrò una cartolina disegnando lui l‘esterno della cupola.

Ora l’architetto Silvano Salvadori montaionese, autore tra l’altro dei progetti per il restauro del giardino del monumento ai caduti e del parco dei Mandorli, propone di rimediare ai danni avvenuti in epoca di guerra, quando le strade del centro storico furono minate dai tedeschi in ritirata. Ma dove trovare i fondi? Bella domanda vero?

cupolamontaionedisegnata
Nel Primo Dopoguerra il fotografo Cesare Ciulli integrò la cartolina disegnando lui la cupola

 

La cupola è, senza pinnacolo, coperta da questa muratura.
La cupola è, senza pinnacolo, coperta da questa muratura.

 

Disegno dell’architetto Silvano Salvadori.
Disegno dell’architetto Silvano Salvadori.

 

Rino Salvestrini

L’interno della cupola è visibile sopra l’altare maggiore in chiesa, mentre l’esterno è imbottigliato.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.