Il Toscanario

logoToscanario

di Giancarlo Carmignani

***

cosa o coso, s.f. e m., rispettivamente usati quando non si ricorda bene la persona o l’oggetto di cui si parla o non si vuol nominare per la fretta, il disprezzo o più in generale per una momentanea amnesia, ricorrendo perciò a questi due termini molto generici, ma ad essi si ricorre (e in questi casi si tratta di una voce tipicamente toscana) anche quando non se ne “voglia dire il nome” (DELI). E’ da notare che “coso” è usato anche ne pistoiese ed è attestato in letteratura fin dai primi anni del Seicento (DEI)

cosà’, v.tr. e intr.: cosare, che ha un senso molto indeterminato in toscano, in generale “usato per sostituire il verbo proprio dell’azione che s’intende denotare” (DEI) e che magari non viene in mente lì per lì; in particolare in fucecchiese può significare talora dare noia, molestare. Chiaramente non si tratta invece di un verbo quando viene detto, per es.: “Le cose cambiarono da così a cosà”: la situazione mutò completamente. Invece è verbo quando significa “girare” come nella frase “mi cosi la farinata” (M. Catastini): mi giri la farinata: “minestra” attestata prima del 1300 (DELI)

coscènza (talora erroneamente anche nello scritto), s.f.: coscienza, derivando dal lat. “conscire” = “essere consapevole” (DISC), ma nella pronunzia vernacolare la – i -, imposta dalla derivazione latina (a differenza di “conoscenza”, dal lat. “cognoscere” = “conoscere”), non s’avverte, a differenza, per es., di ciò che avviene nella pronunzia meridionale

còtto, s.m.: portata di “mezzo chilo di fagioli”, per es., ordinata a un rivenditore. È invece un agg. sostantivato, sottintendendo “cose” o “parole” nel modo di dire: “Dirne di cotte e di crude d’una persona”: dirne di tutti i colori, cioè parlar molto male di una persona

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  http://www.montaione.net/il-toscanario/

Tutti gli articoli on line,  http://www.montaione.net/category/toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il giorno 24 ottobre 2017 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.