Il Toscanario

Il Toscanario, ovvero “Parole usate in zone toscane” 

di Giancarlo Carmignani

 ***

alia, s.f.: “ala” (M. Catastini), ma è in disuso anche perché non è giustificabile quella -i- interposta in un termine derivato dal latino “ala(m)”. Eppure anche nel ‘400, secondo la testimonianza del DEI, esisteva il termine toscano “alia”! Non ne conosciamo il motivo, ma anche questo rende più interessante lo studio della nostra lingua potendo stimolare a ricerche più approfondite

alido, agg.: arido, dal latino “arere” = “esser secco” ed è appunto “siccus” che ha sostituito “aridus” essendo più espressivo. Quanto alla – l –  dell’uso toscano, documentato in letteratura dal Trecento, ma prevalentemente rustico almeno attualmente, forse è stata causata dall’avvicinamento a “gelidus” (DEI) = “gelido”, di significato non contrario al primo, nonostante l’apparenza. Infatti “secco” è un sinonimo di “asciutto”, che si può considerare a sua volta sinonimo di “gelido” (D. Cinti),  per quanto la temperatura possa essere contrapposta 

allarià’, v.intr.: “dare aria” (M. Catastini), ma l’eventuale “allariare” è un verbo caduto in desuetudine, essendoci, per esprimere tale concetto, “arieggià’” nell’ italiano corretto “arieggiare” (DISC), attestato anche in I. Nievo (DELI)

allattone, s.f.: “percossa accompagnata da spintoni” (M. Catastini), ma è una voce scomparsa dall’uso, probabilmente sostituita da “lattone”, ma il pref. a-, seguito da una consonante che viene raddoppiata per assimilazione (DISC), deriva molto probabilmente, come non pochi termini fucecchiesi e più in generale toscani, dal “rafforzativo” lat. “ad”

allecconì’, v.tr.: allecconire, molto probabilmente di recente coniazione, pur potendo derivare da un verbo ant. riportato dal DEI e cioè “alleccornire”: allettare con “leccornìe”, acquistando poi il significato più generale di lusingare nella forma semplificata mediante il dileguo della -r- , ma  conservando il concetto di leccare e quindi significa cercar di attirare lusingando una persona. Si pensi alla frase “ ’Un cercà’ d’allecconimmi!”: non cercare d’allecconirmi, cioè di convincermi con promesse e sdolcinatezze varie, concetto più esteso delle semplici leccornìe: parola, questa, da pronunziarsi così e non leccòrnie (come si sente dire non poche volte) derivando da lecconerìe (con metatasi e sincope della -e-) sul modello di “ghiottonerìa” (DISC).

 

ABBREVIAZIONI

ABBREVIAZIONI EVENTUALI

Presentazione del 4/2/2015,  http://www.montaione.net/il-toscanario/

Il prossimo appuntamento con questa rubrica è previsto per il 12 maggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.