I campi estivi residenziali di Naturavventura 2017

17814686_1763311790649577_8157404920358533702_o

Sono aperte le iscrizioni ai campi estivi residenziali per ragazzi da 7 a 13 anni per l’estate 2017.

Ecco i Calendari di Naturavventura 2017
Le date: 
* 1. Da lunedì 12 a domenica 18 Giugno, campo in tenda presso il Campo Scout del Macchione nei boschi del SIC delle Cerbaie fra Altopascio e Bientina.
* 2. Da lunedì 19 a domenica 25 Giugno, campo in struttura presso Montaione (Area protetta Alta Valle del Torrente Carfalo).
* 3. Da lunedì 26 Giugno a domenica 2 Luglio, campo in struttura presso la Fabbrica del Verde (Villa Collina) Pracchia – Pistoia.
* 4. Da domenica 16 a sabato 22 Luglio, campo in struttura presso la Fabbrica del Verde (Villa Collina) Pracchia – Pistoia.
Ulteriori dettagli e foto sul sito www.ecocerbaie.it oppure su Fb alle nostre pagine. 
Quote 2017: 240 euro onnicomprensivi a settimana.
Per la prenotazione occorre versare una caparra di 50 euro: 
per il campo 1 e 2: 
– deve essere versata sul conto corrente con Iban: IT11 A061 6070 9601 0000 0000 659 – Intestato a Ass. Culturale EcoCerbaie, causale “Naturavventura17 e Data e luogo del campo estivo”
per il campo 3 e 4: 
deve essere versata sul conto corrente bancario della Cooperativa Itinerari:
IBAN: IT07T0892209301000000061077 causale “Naturavventura17 e Data e luogo del campo estivo”
Inoltre per le iscrizioni occorre inviare a questo indirizzo mail: Nome, cognome del figlio/a luogo e data di nascita e il codice fiscale di uno dei genitori (con un cellulare di riferimento). 
I PROGRAMMI DI MASSIMA DEI CAMPI:
Campo delle Cerbaie dal 12 al 18 giugno
Programma di massima settimanale: campo base presso il Campo Scout del Macchione. SOGGIORNO IN TENDA.
Come arrivare:
Campo del Macchione Orentano – Località Il Macchione/Corte Nardi
Dall’abitato di Orentano prendere “Via delle Fontine” in direzione di “Corte Nardi”. Dopo circa 2 Km trovate sulla vostra destra un bivio su strada sterrata: imboccate la via sterrata “Strada Vicinale del Macchione” per circa 1,5 Km. Seguite le indicazioni per Amici della Zizzi.
Dall’abitato di Galleno prendete via Ponticelli in direzione di Orentano e svoltate in “Via delle Fontine” in direzione di “Corte Nardi. Passata la corte dopo poche centinaia di metri sulla sinistra prendete la via sterrata “Strada Vicinale del Macchione” per circa 1,5 Km. Seguite le indicazioni per Amici della Zizzi.
Dopo la casa colonica, circa 300 metri sulla destra c’è il Campo del Macchione, base delle tende per il progetto Naturavventura.
1° Giorno, Presentazioni.
Una volta arrivati al campo i ragazzi saranno coinvolti dagli educatori in un cerchio di presentazione personale.
Nel pomeriggio saranno svolte attività di conoscenza; gli educatori illustreranno ai ragazzi le caratteristiche del territorio ospitante e il programma delle attività.
Montaggio delle tende e prima escursione all’interno del SIC delle Cerbaie, visita ai boschi del Macchione.
2° Giorno, Zoologi sul campo!
L’attività inizierà con l’analisi degli elementi trovati dai ragazzi durante l’escursione per risalire all’animale cui appartenevano: un nido, alcune piume, ali di farfalla, etc.
Per aiutare i piccoli Sherlock Holmes saranno forniti loro manuali e guide cartacee, con le quali potranno andare alla ricerca di altre tracce lungo il percorso della Fonte del Sasso.
3° Giorno, Alla ricerca dei giganti delle Cerbaie: il sentiero delle Farnie monumentali.
Giornata dedicata alla ricerca degli alberi monumentali delle Cerbaie per far percepire ai ragazzi la potenza di oltre 300 anni di vita di questi immensi giganti.
Riflessioni e osservazioni su campo.
4° Giorno, Come fare i … Naturalisti!
l gruppo percorrerà la strada dal Macchione al Grugno fino alla Villa delle Pianore: visita alla Sfagneta relitta. Durante il cammino i ragazzi saranno coinvolti in attività di scoperta “inconsapevole” di elementi di botanica, di zoologia, di ecologia e geologia. Una peculiarità metodologica nel presentare i contenuti didattici ai ragazzi, cui si farà ricorso per tutta la durata dei campi, starà nello stimolare in loro la curiosità su quanto li circonda, nel far scoprire quanto siano importanti i cinque sensi per una conoscenza completa dell’intorno, puntando sul divertimento e la piacevolezza che un pieno contatto con la natura può dare.
5° Giorno, Alla ricerca dei relitti delle Cerbaie!
Giornata dedicata all’esplorazione dei vallini della Simoneta alla ricerca delle piante e gli animali che rendono unico questo lembo di terra! Cartografia e ricerca sul campo la faranno da padrone in questa splendida giornata immersi nel verde.
In serata proiezione delle foto più belle!
6° Giorno, Lungo la via dei pellegrini! Percorso fra storia natura e paesaggio dalle Cerbaie alle porte del Padule di Fucecchio: escursione lungo l’antico selciato della Via Francigena da Galleno, un percorso che non ha bisogno di molte presentazioni!
7° Giorno, La grande festa
Preparazione del grande gioco e festa con cena finale con il coinvolgimento di genitori presso il Parco della Villa dell’Opera Pia Landini Marchiani.
La festa finale e quindi la conclusione del campo è prevista presso il Parco della Villa dell’Opera Pia a Ponte a Cappiano dalle 18,00 in poi di Domenica 18 Giugno!!
Campo di Montaione da lunedì 19 a domenica 25 giugno
 
2° Campo. Programma settimanale: campo base presso Montaione. Soggiorno in struttura.
Come arrivare a S. Antonio, Montaione:
Firenze:
Autostrada A1 uscita Firenze Scandicci, proseguire sulla superstrada Firenze-Pisa-Livorno, prendere l ́uscita Empoli Ovest e proseguire sulla strada statale 429 in direzione Siena. Oltrepassato l ́abitato di Castelfiorentino seguire le indicazioni per Montaione. In prossimità dell ́abitato di Montaione seguire le indicazioni per  Gambassi. Dopo ca. 2 Km, all’altezza di Via Poggio all’Aglione 45 c’è la struttura che ci ospiterà!.
Siena:
Superstrada Siena-Firenze direzione Firenze, prendere l ́uscita Poggibonsi Sud e proseguire sulla Strada Statale 429 in direzione Castelfiorentino. In prossimità dell ́abitato di Castelfiorentino seguire le indicazioni per Montaione. Lungo la via che collega Montaione a Gambassi, dopo ca. 2 Km, all’altezza di Via Poggio all’Aglione 45 c’è la struttura che ci ospiterà!
1° Giorno, Le presentazioni
Ritrovo presso Montaione (Loc. Sant’Antonio) ore 9.00; Una volta arrivati i ragazzi saranno coinvolti dagli educatori in un cerchio di presentazione personale.
Nel pomeriggio saranno svolte attività di conoscenza; gli educatori illustreranno ai ragazzi le caratteristiche del territorio ospitante e il programma delle attività.
Prima uscita nell’area di S. Antonio.
Serata di giochi di conoscenza e racconti.
2° Giorno, Passeggiata alla scoperta della Selva di Camporena
La giornata sarà dedicata alla Selva di Camporena, bosco bellissimo ove si trova l’antico convento di San Vivaldo con la sua famosa Gerusalemme.
Saranno trattati argomenti legati alla storia e alla natura di questo straordinario luogo. Uscita serale (a piedi!!) nel borgo di Montaione.
3° Giorno, Come fare i … Naturalisti!
l gruppo percorrerà la strada che ci separa dalla Valle del Torrente Carfalo, ai piedi di Montaione. Durante il cammino i ragazzi saranno coinvolti in attività di scoperta “inconsapevole” di elementi di botanica, di zoologia, di ecologia e geologia. Una peculiarità metodologica nel presentare i contenuti didattici ai ragazzi, cui si farà ricorso per tutta la durata dei campi, starà nello stimolare in loro la curiosità su quanto li circonda, nel far scoprire quanto siano importanti i cinque sensi per una conoscenza completa dell’intorno, puntando sul divertimento e la piacevolezza che un pieno contatto con la natura può dare.
4° Giorno, Dal Poggio all’Aglione fino in Evola!
Partenza per l’avventura lungo il torrente passando da uno dei luoghi paesaggisticamente più rilevanti del territorio e alla sera… proiezione fotografie dei primi 4 giorni!
5° Giorno, Zoologi sul campo!
L’attività inizierà con l’analisi di alcuni elementi trovati dai ragazzi nei giorni precedenti e accuratamente conservati, per risalire all’animale cui appartenevano: un nido, alcune piume, ali di farfalla, etc. Per aiutare i piccoli Sherlock Holmes saranno forniti loro manuali e guide cartacee, con le quali potranno andare alla ricerca di altre tracce lungo il percorso dall’Egola all’Evoletta fino a Pozzo Latino.
Dopo cena sarà effettuata una breve escursione notturna. La proposta di tale esperienza è volta a stimolare una percezione diversa della natura rispetto a quella che caratterizza le ore diurne e a cercare di alleggerire alcune paure, infondendo sentimenti di fiducia nell’altro.
6° Giorno, Gita presso l’affioramento geologico della Pietrina e la sorgente di travertino!
Giornata dedicata alla visita di due dei luoghi più curiosi dal punto di vista geologico dell’intero territorio: dall’antica pieve delle Pietrina con le sue spettacolari pareti fino alla sorgente dove si “solidifica” il travertino nei pressi di Palagio.
7° Giorno, La Caccia al tesoro… e la festa finale!
Durante l’ultimo giorno di attività i ragazzi saranno impegnati in una coinvolgente caccia al tesoro, coronamento dei tornei svolti durante la giornata dei giochi e di altre gare a punti svolte nel tempo libero. Abilità, intelligenza, intuito, lavoro di squadra, una buona conoscenza dei luoghi e memoria di quanto vissuto e appreso nel corso dell’intero campo si riveleranno essenziali per la ricerca degli indizi.
Festa finale …
Programma Campi Estivi a Pracchia:
Da lunedì 26 Giugno a domenica 2 Luglio, campo in struttura presso la Fabbrica del Verde (Villa Collina) Pracchia – Pistoia.
Da domenica 16 a sabato 22 Luglio, campo in struttura presso la Fabbrica del Verde (Villa Collina) Pracchia – Pistoia.
1° giorno Dopo il ritrovo presso la Fabbrica del Verde a Pracchia intorno alle 9.30, sono iniziati i giochi di conoscenza e si sono creati in maniera spontanea i gruppi che successivamente avrebbero occupato le varie camerate. E’ avvenuta quindi la sistemazione dei bagagli e subito dopo il gruppo è partito per la prima tappa della settimana: la visita al mulino di Giamba nella Valle del Torrente Orsigna sotto l’omonimo borgo. Sono state effettuati i primi rilievi nelle acque del territorio su la fauna presente e sono state illustrate ai ragazzi le principali caratteristiche geologiche del luogoLa sera sono proseguiti i giochi di conoscenza ed è stato illustrato il programma della settimana.
2° giorno: Partenza per l’escursione di una giornata da Piastrella fino ai Lagoni, il luogo dove nasce il Torrente pistoiese per eccellenza: l’Ombrone. Da qui i ragazzi hanno potuto osservare un paesaggio spettacolare sulla valle dell’Ombrone che si apre fino alla piana di Firenze, Prato e Pistoia. Da qui fra faggi secolari e sentieri mozzafiato si è concluso l’anello che ci ha riportati fino a Pracchia. La sera è stata invece dedicata alla conoscenza dei mammiferi volanti! I Chirotteri.
3° giorno: Dopo la lunga camminata di ieri la terza giornata è stata dedicata alla ricerca dei minerali lungo il percorso che ci ha portato fino al letto del Fiume Reno. Qui abbiamo trascorso la giornata bagnandoci nelle fresche acque di questo splendido corso d’acqua fra libellule multicolori e migliaia di girini e pesci.
4° giorno: Grazie al pulman privato siamo giunti fino alla Foresta del Teso; da qui è iniziata la nostra salita verso il rifugio del Montanaro e poi ritorno alla Casetta dei pulledrai dove si è concluso il nostro anello fra ricerche di minerali, rocce, insetti e paesaggi fra più belli del nostro appennino. 
5° giorno: Oggi visita per il Centro di Documentazione del Padule di Fucecchio e l’attigua riserva delle Morette. Passeggiata fino all’Osservatorio alla ricerca di Cavalieri d’italia, Aironi cinerini, Aironi bianchi e Garzette. Successivamente la giornata, con le guide del Centro, è proseguita all’interno delle aule didattiche con le consuete spiegazioni su questo particolarissimo territorio.
6° giorno: Giornata dedicata alla ricerca dei sentieri intorno alla Villa di Collina, esplorazione, giochi e attività didattiche hanno caratterizzato questa giornata fra le faggete e le sorgenti dell’acqua Silva.
7° giorno: la mattina è stata completamente dedicata alla preparazione dello spettacolo finale e al “riassetto” dei bagagli! E poi dalle 16.00… tutti a casa e…. all’anno prossimo!!
Cronistoria del progetto
Tutto ha inizio nell’estate 2005 dall’idea di creare una “ideale continuità” con le attività che l’Ecoistituto porta avanti durante l’anno. 
Nasce così l’idea dei campi estivi in tenda denominata “Naturavventura” aperta all’inizio ai ragazzi dai 7 ai 13 anni e dall’estate 2011 a a quella 2014 anche, con un campo dedicato, a quelli dai 14 ai 17.
Per tutti gli anni in cui è stato attivato il progetto della Regione Toscana Estate nelle aree protette”, Naturavventura ne ha fatto parte.
Quindi oltre alle Province di Firenze, Pistoia e Pisa e dei comuni di Quarrata, Fucecchio, Montaione, Montopoli in Val d’Arno e di tutti quelli del Polo Ambientale delle Cerbaie e del Padule di Bientina, Naturavventura ha fatto parte del progetto Regionale “Estate nei Parchi”
L’approccio di lavoro scelto per questi campi si fonda sulla interdisciplinarietà , che si realizza attraverso la collaborazione di professionisti specializzati in discipline diverse ma complementari: Naturalisti, Guide Ambientali, Esperti Animatori e realtà del sociale.
Attraverso un approccio ludico/didattico, le giornate presso i campi, si pongono l’obiettivo di far vivere ai ragazzi giorni… fuori dal comune, in simbiosi con la natura. Oltre alle escursioni nelle aree ed ai momenti dedicati all’ambiente, vengono realizzati con i ragazzi attività di gruppo e dato molto spazio a giochi, antichi e nuovi.. 
La parte “educativo-ambientale” all’interno di Naturavventura (e degli altri progetti portati avanti nell’ambito dell’educazione ambientale nelle scuole), è volta alla formazione di una coscienza ecologica legata ai fattori percettivi e conoscitivi delle tematiche naturali coadiuvate dalle attività ludiche e teatrali. Lo scopo è quello di intervenire sul piano dell’informazione e dell’educazione ad un comportamento sostenibile nei confronti di quello che ci circonda. 
Conoscere per conservare.
Le attività ludiche anche del camminare, inserite nel progetto di Educazione Ambientale, prevedono l’utilizzo di abilità diverse nell’ottica di un coinvolgimento dei ragazzi su diversi livelli della loro personalità: abilità motorie, percettive, manipolazione, esplorative, riflessive, espressive, ecc. 
I bambini/e o i ragazzi/e, come tutti gli umani, imparano e trasformano quello che già hanno imparato per il fatto stesso di viverlo: qualunque situazione è un momento d’apprendimento.
Questo è solamente l’aspetto immediatamente percepibile, in quanto il camminare diviene in questo contesto il mezzo per conoscere l’ambiente, interagire con esso ed amarlo.
L’esperienza di organizzare, montare e attrezzare un “campo con tende” per un pernottamento.
Le notti fuori in tenda o in struttura, sono una bellissima esperienza per i ragazzi.
Possibilità da rivalutare come momento esperenziale di alto impatto anche caratteriale ed emotivo.
Il “dormire fuori” in compagnia degli amici di vacanza ha sempre avuto nell’immaginario dei ragazzi un grande fascino.
Oggi più che mai, è necessario creare una forte sensibilità di massa, sempre più legata ai processi ecologici e conoscitivi, intervenire sul piano dell’informazione e dell’educazione dei cittadini e principalmente dei giovani e giovanissimi.

Dott. Massimiliano Petrolo, 

Naturalista e Guida Ambientale Escursionistica

 

Ecoistituto delle Cerbaie
PHONE:
340 3460859
MAIL:
WEB:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.