Il Bilancio Sociale della Misericordia di Montaione

Il Bilancio Sociale della Misericordia di Montaione – 2015: un anno importante

Inaugurazione Fondo e Carro Lettiga restaurato
Inaugurazione Fondo e Carro Lettiga restaurato

La nostra associazione ha deciso, ormai da diversi anni, di utilizzare lo strumento del “Bilancio Sociale” per comunicare alla Popolazione  attività, dati, numeri, servizi, costi e ricavi, nell’ottica della trasparenza ma anche del coinvolgimento di tutti alla vita associativa. Sono stati distribuiti alle famiglie gli opuscoli del Bilancio Sociale e di “Voci della Misericordia”, una raccolta di articoli più importanti sulla nostra associazione, scritti nel 2015.

I numeri e le attività:

–          Soci sostenitori 750

–          Volontari attivi 70

–          Trasporti Sanitari Ambulanza 318, (ordinari 158 ed emergenze 160)

–          Servizi Sociali e Sociosanitari Auto 481

–          Servizi Mezzo Attrezzato Doblò 171

–       Attività di Formazione, importante come sempre quest’attività, con il corso di livello base, l’aggiornamento dei soccorritori in servizio e gli incontri con i ragazzi delle Scuole,

–          Attività di Promozione, che ha visto due  eventi rilevanti, la Festa della Misericordia con i festeggiamenti per il 70° anniversario della fondazione e l’inaugurazione dello storico carro lettiga dei primi ‘900 e la ristrutturazione del fondo di Piazza della Concordia, dove si trova in esposizione, e la bellissima festa per la vigilia di Natale, “un Natale da favola a Montaione”, in collaborazione con Avis.

–          Servizio Civile, nel mese di settembre hanno iniziato l’attività 3 giovani del Servizio Civile Nazionale, Alice Amerizzi, Lapo Senesi e Paolo Malquori.

–          Protezione Civile, servizi ed interventi per alcuni eventi locali e nazionali con il nucleo C.R.O.M  Centro Radio Operativo Mobile.

–          Altre attività, raccolta tappi di plastica per acquisto presidi sanitari, la nostra associazione dà in prestito gratuitamente stampelle, carrozzine ecc, chiede in cambio un’offerta libera e spontanea che serve a sostenere le molte spese, adozioni internazionali, opere di beneficenza e Progetto Pedibus.

La Confraternita dispone di:

–          Sede sociale, garage mezzi e piccolo fondo di Piazza della Concordia, (di proprietà)

–          Mezzi, 2 ambulanze, 2 autovetture ed 1 mezzo attrezzato, (di proprietà) e 4 mezzi di Protezione Civile della Confederazione Nazionale delle Misericordie, in dotazione alla nostra  Associazione

–          Costi 84.706  euro

–          Ricavi 84.539 euro,

con un disavanzo di  166 euro

Per destinare il 5X1000 dell’IRPEF alla nostra associazione, occorre indicare il codice fiscale 82001170487, nell’apposito spazio, in sede di dichiarazione dei redditi con modello 730/UNICO o anche semplicemente con CU “Certificazione Unica” rilasciata dal datore di lavoro. Ogni anno oltre 300 contribuenti scelgono di effettuare questa donazione che porta circa 3.000 euro nelle casse dell’associazione.

Da ricordare nel 2015 la bellissima festa a sorpresa per gli 80 anni del nostro instancabile Volontario Beppe.

Le Associazioni di Volontariato hanno bisogno di essere valorizzate con la presenza costante di tutti, cittadini ed istituzioni. La Misericordia è una ricchezza ed una forza proprio grazie a tutta la Popolazione. Le Associazioni al loro interno, per funzionare bene, devono avere Volontari di tutte le età, giovani e meno giovani, di ogni “genere”, di ogni orientamento, politico, sessuale, religioso, di opinioni diverse e di “diverse” etnie purché ci sia il rispetto, la non discriminazione ed il fine comune sia l’aiuto verso il “prossimo”. I Volontari, persone comuni, che nella Vita fanno altro di lavoro, si valorizzano facendogli fare ciò che ritengono più giusto, più bello, ciò che a loro piace e li fa stare bene ed insieme con un grande spirito di gruppo, non ciò che altri vorrebbero fargli fare. … e la speranza è sempre quella di trovare nuove Persone, uomini e donne di buona volontà, che dedichino una parte del proprio tempo agli altri e, perché no, anche a se stessi… la ricchezza che riceviamo è sempre maggiore di quella che diamo.

Alessio Gronchi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.