Da Castelfalfi mille euro per le popolazioni terremotate di Arquata del Tronto

L’impegno per le zone terremotate da parte dei comuni toscani è stato rappresentato da Paolo Masetti, Sindaco di Montelupo Fiorentino con delega alla Protezione Civile per l’Unione dei Comuni Circondario Empolese-Valdelsa, nelle cui mani è stato consegnato l’assegno simbolo dei fondi raccolti. A consegnarlo, nello spettacolare sceneraio del Golf Club Castelfalfi, il General Manager di Toscana Resort Castelfalfi Marco Metge e la Direttrice del Club Manola Alberti.

Presenti anche alcuni esponenti della Giunta del Comune di Montaione, tra cui il Vice Sindaco Luca Belcari e gli Assessori Cristina Martini e Cristiano Rossetti.

Leggi tutto l’articolo su http://www.valdelsa.net/notizia/montaione-da-castelfalfi-mille-euro-per-le-popolazioni-terremotate-di-arquata-del-tronto

Tutti in scena

Istituto Comprensivo Statale “G. Gonnelli”

Scuole dell’Infanzia, primarie e Secondarie 1° grado dei Comuni di Gambassi Terme e Montaione

Progetto di formazione scuola-famiglia “Fammi scuola”. Anno scolastico 2016-17

TUTTI IN SCENA

Laboratorio teatrale aperto a genitori, docenti e personale scolastico rivolto anche a chi non ha esperienze teatrali ma vuole provare cosa vuol dire “stare in scena” o costruire una scena.

Vi aspettiamo all’incontro organizzativo che ci sarà giovedì 15 Dicembre 2016 alle ore 21.15 nei locali della scuola dell’infanzia di Gambassi Terme.

Per informazioni Cristiana Guerrieri 3355397753
email:cristianaguerrieri@icgonnelli.it

 

Per risvegliare e celebrare l’Energia Femminile

L’Associazione Per Fare l’Albero vi invita al
CERCHIO CON LA LUNA PIENA. Per risvegliare e celebrare l’Energia Femminile.

Luna Piena di Dicembre, chiamata anche Luna della Quercia o Luna del Lupo. E’ la luna che ci accompagna ad accogliere il Solstizio d’Inverno, la notte più lunga dell’anno, in cui dal buio rinasce la Luce. Luna Piena, Luna Madre, che ci rende manifesto l’essere gravidi della nostra stessa Luce, sentita, nutrita e custodita all’interno del nostro intimo e buio grembo. Questa gestazione giunge al termine con questa Luna, che ci invita con la sua dolce e sicura presenza, a concepire la Luce, ad esprimere la bellezza e l’autenticità della nostra natura.

Sperimenteremo il nostro sentire, fluendo da attività di percezione corporea ad attività più creative, per accogliere l’invito della Luna ad esprimere noi stessi e dare così il benvenuto alla ri-nascita della Luce.
“Una buia notte finisce, uno splendido giorno comincia”. (Cit. Maria Caratti )

Cerchio aperto a Donne e a Uomini
Contributo per l’incontro: 7 euro


Da portare:
-una copertina
-una bottiglietta d’acqua naturale
-qualcosa da mangiare o bere da condividere a fine cerchio
-voi stesse/i

 
Venerdì 16 Dicembre alle ore 21.00 in Via De Gasperi, 27 Montaione


Conduce Claudia Latino, Naturopata
per info e iscrizioni: 3283126685
claudialatino@virgilio.it

I “cubi” accesi.

Per chi non ha ancora potuto vedere le ormai famose cisterne di plastica (destinate al riciclo) illuminate da luci al led colorate, ecco alcune foto.
Questi “alberi di Natale”, davvero molto particolari e sicuramente “spiazzanti”, sono stati posizionati nella centralissima Piazza della Repubblica  – davanti alla banca di Cambiano – e nel giardino del monumento ai Caduti.
Vedi anche il comunicato stampa del Comune di Montaione.

img_9218
Piazza Cavour

 

 

img_9220
Piazza della Repubblica (lato opposto alla Chiesa, nei pressi della Banca di Cambiano)

 

 

img_9245
Un particolare dell’installazione di Piazza Cavour

Natale 2016 a Montaione. Tra innovazione e tradizione

Fonte: Comune di Montaione

 

img_9212

Si avvicinano a grandi passi le festività di fine anno e anche Montaione si è messa in moto per introdurre il Natale cogliendone lo spirito più autentico, e accompagnarci nel migliore dei modi verso l’anno nuovo. Molte le iniziative messe in campo dall’Amministrazione Comunale insieme alle associazioni locali e ad aziende che fanno della sensibilità ai territori uno degli elementi qualificanti la propria attività. Il Natale Montaionese sarà all’insegna della tradizione, con eventi che ripropongono e valorizzano i temi, le rappresentazioni, le forme di narrazione più tipiche del Natale toscano e italiano. Ma avrà allo stesso tempo uno sguardo rivolto all’attualità – vorremmo dire al futuro – introducendo elementi di innovazione e attualizzazione, che intendono essere di stimolo ad una riflessione che investa anche altri aspetti della nostra vita in comune.

Domenica 4 dicembre ha avuto inizio il programma di eventi, che andrà avanti fino all’8 gennaio: mercatini sotto le stelle, concerti, arte di strada, racconti per bambini, scambi di auguri in piazza. In mezzo a tutto questo sia consentita una ulteriore sottolineatura per i “Presepi nel Borgo” di Iano, un gioiello del nostro territorio, che nell’anno del loro decennale sono entrati nel circuito delle “Terre dei Presepi” della Toscana e si sono arricchiti di ulteriori elementi di attrattiva.

Giovedì 8 dicembre, festa dell’Immacolata, sarà inaugurata la scenografia che farà da sfondo alla maggior parte di questi eventi, e accoglierà cittadini e visitatori in un’atmosfera assolutamente inedita, contribuendo a rendere unica l’esperienza del Natale nel nostro borgo. Come negli ultimi anni, una magia di luci e colori animerà il Centro Storico, con immagini fisse e in movimento, in tema natalizio, che saranno proiettate sulla facciata della Parrocchiale di San Regolo e su altri edifici del centro. Il maestoso abete del giardino che affaccia su Piazza Cavour sarà decorato secondo tradizione, illuminando il principale accesso al borgo storico.

Ma i cittadini e i visitatori di Montaione, troveranno ad attenderli anche altri due alberi di natale, certamente insoliti, probabilmente spiazzanti. Due vere e proprie installazioni d’arte. I due grandi “alberi”, saranno costituiti dall’assemblaggio di cisterne di plastica destinate al riciclo, illuminate internamente da luci a led colorate. Il materiale per le installazioni è offerto dalla Waste Recycling SpA, del Gruppo Hera, importante azienda leader nazionale nel trattamento di rifiuti, che ha realizzato analoghe opere in altre città come Lucca, Rimini, Imola. Riteniamo che queste installazioni siano particolarmente confacenti allo spirito di un paese e di un territorio come quello di Montaione. Forse non è superfluo ricordare che Montaione non è solo il paese del turismo verde, ma da anni è uno dei Comuni più virtuosi in tema di attenzione all’ambiente e di politiche green. Quelle politiche che lo hanno portato ad essere oggi l’unico Comune italiano a potersi fregiare delle certificazioni ambientali e energetiche ISO 14001 e 50001, e della prestigiosa European Energy Award Gold. Lo sviluppo sostenibile, il consumo razionale delle risorse, la selezione delle fonti energetiche sono uno dei punti di forza del modello di sviluppo che Montaione ha scelto di darsi.

lucca
Cubi colorati in piazza a Lucca (foto aggiunta al comunicato dalla redazione di Montaione.NET)

Per questo ci è parso opportuno che anche il Natale a Montaione, fosse occasione per sensibilizzare verso queste tematiche, per invitare tutti noi a riflettere su questioni così cruciali per lo sviluppo futuro della nostra civiltà.

Gli “alberi” saranno collocati uno in Piazza della Repubblica, l’altro nel giardino del Monumento ai Caduti, proprio affinché possano essere visti da chiunque: sia da chi passeggi nel Centro Storico, sia da chi transiti dal capoluogo in automobile. Pazienza se questo significherà coprire per qualche settimana la vista del Monumento e il meraviglioso panorama che si gode dalla sua terrazza. Sarà – riteniamo – un piccolo e breve sacrificio, in un periodo come quello del Natale, che ci affratella, ci vuole più attenti l’uno verso l’altro, e più consapevoli verso i temi del bene comune.

L’aspetto insolito e attualizzante che i due “alberi” daranno alla scenografia natalizia di Montaione, consentirà oltretutto di osservare un borgo antico nel cuore della campagna toscana secondo una luce nuova, e di apprezzarne ancor  più le bellezze e suggestioni. Buone Feste a tutti dall’Amministrazione Comunale di Montaione

 

Marina di Montaione e Marina di Gambassi

Le foto dello spettacolo di domenica 27 novembre 2016 in alta risoluzione

montaioneuberallesthumb

Come molti che si trovavano nelle nostre zone anche noi abbiamo notato lo spettacolo di domenica 27 novembre 2016 ed abbiamo pensato di immortalarlo per sempre. Uno spettacolo iniziato già di mattina e terminato con il calare del sole.
Questa foto panoramica (disponibile in altissima risoluzione) è stata scattata alle 16:30 da Gambassi Terme e non è stata modificata da alcun programma di fotoritocco.
Si nota Montaione sulla sinistra, il Monte Serra in lontananza, gli appennini e…poco altro. Un mare (o un lago) immenso, con il sole a verniciare di arancio le nuvole e la superficie.

gambassiuberallesthumb

Questa foto (vedi la versione in altissima risoluzione) è stata scattata dalla stessa posizione della precedente. In lontananza, nel centro, si nota… Marina di Montespertoli.

Nessuna foto riuscirà a sostituire lo spettacolo incredibile ammirabile con l’occhio umano quella sera ma noi ci abbiamo provato.

P.S. A conferma che tutte le migliori cose del mondo sono gratis 😉

Sens’Arte da Montaione a Firenze

Sens’Arte al Borghese Palace Art Hotel
Nella splendida cornice del Borghese Palace Art Hotel di Firenze, la Art Gallery in Tuscany 2 di Montaione, di Cora Breckenridge, presenta SENS’ARTEFirenze.

L’iniziativa culturale, ideata e promossa dalla gallerista, nasce da un concetto moderno di arte, e propone una contaminazione tra poesia, arte e musica grazie al coinvolgimento della scrittrice Rachele De Prisco e del pittore Lapo Gargani. L’esperimento, già presentato con grande successo, nel giugno 2016, nella piazza centrale di Montaione, vedrà la presentazione della nuova raccolta di poesie di Rachele De Prisco“Non togliete le ali alla libellula”, edita dalla Giovane Holden di Viareggio, unita alla personale dell’artista fiorentino Lapo Gargani che, proprio nell’ultima opera di Rachele De Prisco, ha trovato fonte di ispirazione per alcuni dei dipinti esposti.

Ad introdurre la serata e a presentarne i protagonisti, l’Avv. Pierluigi Ciari.

Un evento culturale ed artistico d’eccellenza che coinvolgerà il pubblico ospite, stimolandone i sensi, attraverso la pittura dell’artista Gargani con i suoi ritratti, o semplicemente forme in contrastidi colori, e la lettura in estratto di alcune poesie della nuova raccolta di Rachele De Prisco, interpretate dalla voce di Letizia Dei e accompagnate dal contributo musicale del sassofonista Luca Signorini e del pianista Simone Graziano.

Borghese Palace Art Hotel,
Via Ghibellina 174r – Firenze
La mostra rimarrà aperta fino al 12 Gennaio 2017

Per informazioni: 347 4855329 – 335 7001126
artgalleryintuscany2@gmail.com

Fonte: articolo su http://www.firenzetoday.it/eventi/sens-arte-borghese-palace-art-hotel.html

Il Rotary Club Valdelsa donerà 18 tigli

Alle 12 del 21 Novembre, la delegazione del Rotary Club Valdelsa sarà a Montaione, in viale Matteotti. Lungo questa strada è stata prevista la piantumazione di 18 tigli con il contributo rotariano, che sarà ricordato tramite l’installazione di una targa appositamente predisposta dall’amministrazione.

Vedi tutto l’articolo su:

http://www.quinewsempolese.it/gambassi-terme-citta-piu-verdi-per-la-giornata-dellalbero.htm

La cupola di Montaione

di Rino Salvestrini

cupolamontaione
Ricostruzione virtuale della cupola da riportare alla luce, dell’architetto Silvano Salvadori

A distanza di oltre 70 anni siamo ancora a riparare i danni della guerra. La chiesa arcipretura di S. Regolo a Montaione (si dice che fosse ampliata su progetto di Bartolomeo Ammannati) ha la sua cupola, ma può essere vista solo dall’interno perché la parte esterna, privata della copertura in piombo e quindi soggetta a penetrazioni di pioggia, fu coperta con una costruzione a mattoni e tegole.

Non ci sono foto di questa cupola, ma solo una cartolina del fotografo Cesare Ciulli (marito di Paola cartolaia che per tanti anni ha tenuto bottega in via Ammirato) integrò una cartolina disegnando lui l‘esterno della cupola.

Ora l’architetto Silvano Salvadori montaionese, autore tra l’altro dei progetti per il restauro del giardino del monumento ai caduti e del parco dei Mandorli, propone di rimediare ai danni avvenuti in epoca di guerra, quando le strade del centro storico furono minate dai tedeschi in ritirata. Ma dove trovare i fondi? Bella domanda vero?

cupolamontaionedisegnata
Nel Primo Dopoguerra il fotografo Cesare Ciulli integrò la cartolina disegnando lui la cupola

 

La cupola è, senza pinnacolo, coperta da questa muratura.
La cupola è, senza pinnacolo, coperta da questa muratura.

 

Disegno dell’architetto Silvano Salvadori.
Disegno dell’architetto Silvano Salvadori.

 

Cerchio di Luna Piena di Novembre

L’Associazione Per fare l’Albero vi invita al Cerchio di Luna Piena di Novembre
LUNEDI’ 14 NOVEMBRE ALLE 21.30 in Via Luigi Chiti 29, Montaione
Per celebrare in noi la Super Luna di Novembre, che ci invita alla pace interiore e al contatto con noi stessi.
Contributo per l’incontro 7 euro
Cerchio aperto alle Donne e agli Uomini
Da portare:
-una copertina
-una bottiglietta d’acqua naturale
-qualcosa da mangiare o bere da condividere a fine cerchio
-voi stessi
Vi aspettiamo!!
Claudia di Per fare l’Albero

Spandimento fanghi: “Il territorio è pulito e non è per niente inquinato”

Il Comune di Peccioli rende noti i primi e consistenti dati dell’analisi in corso sui terreni oggetto di indagine.

PECCIOLI ‐ Come ormai è noto da tempo è in corso un’indagine condotta dalla Guardia di Finanza relativa allo spandimento dei fanghi in agricoltura (vicenda che oltre a diversi Comuni in provincia di Pisa interessa anche un terreno di Montaione, n.d.r.). Indagine che ha portato anche alcune persone agli arresti domiciliari. Alla base di questa inchiesta c’è l’analisi condotta da Arpat che, stando a quanto si legge, avrebbe rilevato una presenza eccessiva di idrocarburi nei fanghi oggetto di spandimento.

L’indagine in questione ha avuto l’effetto immediato di far passare l’immagine del territorio di Peccioli e dei Comuni limitrofi oggetto della stessa, come territori inquinati, producendo indirettamente un grave danno per tutti i produttori agricoli e agrituristici operanti sul territorio.
Il Comune di Peccioli è convinto e si rifiuta di accettare naturale la formula secondo la quale l’eventuale od eccessiva concentrazione di sostanze inquinanti nei fanghi in questione produce automaticamente l’inquinamento del territorio.

Le analisi del Comune di Peccioli ‐ A tal proposito questa Amministrazione Comunale, fin da subito, a tutela del proprio territorio ed a sostegno dei propri operatori ha ritenuto opportuno procedere ad una massiccia analisi sui propri terreni (circa 300 ettari) che sono stati oggetti di indagine per valutare se l’eventuale spandimento improprio abbia provocato inquinamento del territorio, se sì di che tipo e dov’è localizzato. Verifica importante sia per fare chiarezza sull’intera vicenda sia nell’interesse e nella credibilità dell’indagine stessa.

La Giunta Comunale, come noto, ha deliberato una campagna di indagine sul territorio comunale attraverso la quale sono stati localizzati ben 250 punti di prelievo ed attualmente disponiamo dei risultati di ben 100 campioni pari a circa il 40% dell’intera attività di studio ed analisi.

I primi risultati ‐ Da questi “primi e consistenti” dati possiamo affermare senza incertezza che il territorio è pulito e non è per niente inquinato.

Stiamo attendendo anche gli esiti degli altri 150 prelievi e la relazione finale che il Laboratorio incaricato farà su tutta la vicenda. Già fin da ora comunichiamo che il prossimo 25 novembre sarà organizzata una conferenza stampa dove verranno resi noti i dati definitivi e tutte le valutazioni del caso.

Avviso a tutti ‐ Disponendo oggi di un dato così confortante e rilevante abbiamo ritenuto importante comunicarlo a tutta la comunità e non solo a quella pecciolese invitando tutti coloro i quali hanno a che fare con questa vicenda a tenere conto di questi dati ad oggi inconfutabili.

L’affermazione di principio secondo la quale NON si può stabilire in modo meccanico che lo spandimento di fanghi inquinati produce automaticamente inquinamento del territorio è ora corroborata da dati e risultati ineccepibili e documentabili.

Fonte: Comunicato stampa Comune di Peccioli

Ora del racconto. Letture animate per bambini

La Biblioteca Comunale “a biscondola” di Montaione vi comunica le seguenti iniziative

Sabato 5 Novembre,ore 10.30
Ora del racconto. Letture animate per bambini dai 4 agli 8 anni.

Martedì 15 Novembre, ore 17
Circolo di Lettura della biblioteca. Incontro dedicato al gruppo di lettura della biblioteca di Montaione. Incontro libero e gratuito.

Mercoledì 30 Novembre,ore 17
Un pomeriggio in biblioteca. Libri e attività creative per passare un pomeriggio divertente in biblioteca. Per Ragazzi dai 7 agli 11 anni.
Scarica il programma-mensile-novembre-2016-generale_montaione (pdf)

Tutto sul parto: dalla scienza al cuore per poter scegliere

L’Associazione Per fare l’albero organizza un ciclo di incontri su maternità e prima infanzia. Il primo appuntamento Tutto sul parto: dalla scienza al cuore per poter scegliere
è previsto per sabato 5 novembre alle ore 15.30 presso Villa Serena, Sala Teatro, Via Da Filicaja, 18 Montaione. L’incontro sarà condotto dalla Dott.ssa Barbara Grandi, ginecologa e omeopata che parlerà degli aspetti fisiologici del parto, della gestione del parto nell’ambito ospedaliero e delle possibilità che una madre ha di scegliere il parto che più le piace.
 
partoperfarelalbero
L’incontro è rivolto a genitori in attesa, a futuri genitori e a tutti coloro che sono interessati alla maternità e al parto consapevole.

Gli interventi della Misericordia di Montaione

Una riflessione di Alessio Gronchi, che pubblichiamo molto volentieri:

Una considerazione, a mente fredda, sulle due emergenze di ieri, dov’è intervenuta la Misericordia di Montaione. Ognuno di noi si può trovare, nella Vita, in una situazione di “richiesta d’aiuto”, nel peggiore dei casi vorremmo che qualcuno sia pronto ad aiutarci. E’ un dovere di ogni cittadino/a aiutare gli altri. Ognuno di noi si può trovare in una situazione di torto o di ragione, nessuno escluso e nessuno deve giudicare. “La calma, la preparazione ed il rispetto delle regole” sono fondamentali, in emergenza e nella Vita di tutti i giorni.
– L’emergenza della mattina, una donna investita da uno scooter, trasportata a Careggi in prognosi riservata con Pegaso, ambulanza ed automedica intervenute e collaborazione con le forze dell’ordine.
– Per quanto riguarda il grave incidente del pomeriggio, con 5 feriti ed una persona deceduta, (3 ambulanze, 2 automediche, l’elisoccorso Pegaso 1, vigili del fuoco e polizia municipale),
un grande lavoro di squadra, coordinato e perfetto, 5 sanitari, o meglio sanitarie, meravigliose, 5 donne, 4 delle automediche ed una di passaggio, con una capacità, una professionalità, competenza ed umanità, uniche, e, come sempre, l’equipaggio di Pegaso esemplare.
Abbiamo bisogno di “TUTTE E TUTTI”.
Mario Conforti, Valentino Bini, Mohammed Essaid
– equipaggio BRAVO 6102 mattina
Alessio Gronchi, Sara Orsi, Elena Brogi
– equipaggio BRAVO 6102 pomeriggio.

25/10/2016: Terremoto di 3.9 con epicentro Castelfiorentino

Il sisma localizzato fra Certaldo e Castelfiorentino. Una prima scossa alle 18,51, quella più forte due minuti dopo. Tanta paura e gente in strada. Avvertita distintamente in tutta la Toscana. Molta paura anche a Montaione, ma non si registrano danni.

Rassegna stampa:

http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2016/10/25/news/scosse-di-terremoto-in-toscana-l-epicentro-nella-zona-di-firenze-1.14307678

http://www.gonews.it/2016/10/25/terremoto-nellempolese-e-nel-comprensorio-del-cuoio-epicentro-a-castelfiorentino/

http://www.lanazione.it/cronaca/terremoto-scossa-1.2625176

http://www.lastampa.it/2016/10/25/italia/cronache/a-firenze-scossa-di-terremoto-di-magnitudo-epicentro-a-castelfiorentino-D7QRJId9ozdH5leiWV0PfO/pagina.html

http://www.ansa.it/toscana/notizie/2016/10/25/terremoto-3.9-in-provincia-di-firenze_f11301f1-7882-4c7b-ad87-827b745f6cd1.html

http://www.corriere.it/cronache/16_ottobre_25/firenze-scossa-terremoto-39-epicentro-castelfiorentino-8dec759e-9ad5-11e6-97ec-60bd8f16d4a5.shtml

 

 

 

 

 

 

 

Concerto di fine Masterclass

Con il patrocinio del Comune di Montaione Il 31 ottobre alle 18 si terrà il consueto concerto di fine Masterclass di autunno della classe della Prof.ssa Tatiana Zelikman dell’accademia Gnessin di Mosca e del Prof. Igor Volochine dell’Ecole Normale de Musique Alfred Cortot di Parigi.

I giovani pianisti e violinisti che prendono parte ai corsi di alto perfezionamento vengono da tutto il mondo: Russia, Francia,Israele, Sud Corea, Cina e Giappone.

Di giovanissima età hanno già vinto prestigiosi concorsi e sono proiettati verso la carriera concertistica internazionale collaborando con le più prestigiose orchestre sotto la direzione di grandi maestri come Valeriï Gergiev, Zubin Meta, Jean-Pierre Walez, Daniel Smith, Jean-Pierre Haeck.

La Prof.sa Zelikman ha formato alcuni dei pianisti contemporanei più famosi, nomi quali Alexander Kobrin, Konstantin Lifschitz, Alexei Volodin, Ivan Rudin, Mikhail Mordvinov, Konstantin Shamrai, Alexander Kudryavtsev e Daniil Trifonov.

Il Prof. Volochine solista dell’Orchestra Sinfonica Nazionale di Mosca e dell’Orchestra Nazionale di Musica da Camera, si esibisce nelle più prestigiose sale da concerto del mondo.

Ha al suo attivo molte registrazioni discografiche e per emittenti televisive. Yuri Bashmet lo ha invitato a far parte dei “Solisti di Mosca” con cui si è esibito alla Salle Gaveau e al Teatro degli Champs Elysées a Parigi, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Albert Hall di Londra, alla Carnegie Hall di New York…

Programma da definire,

ingresso libero presso la Chiesa dei Ss Giuseppe e Lucia a Montaione

Fonte: Comune di Montaione

Corso gratuito per riconoscimento funghi

Nei giorni 24 e 28 Ottobre – 4 Novembre 2016 ore 21.00 -23.30 presso  la sala consiliare “Mario Rossetti” si terrà il corso per il  riconoscimento delle principali specie di funghi. Il corso sarà tenuto  da esperti Micologi dell’Associazione Micologica e Naturalistica  AgaricWatching. Non saranno ammessi più di 30 partecipanti.
Per info e/o prenotazioni:  Luca 338/7898007 o mail  l.belcari@comune.montaione.fi.it

OBIETTIVI:
Fornire le conoscenze di base per una corretta raccolta
Fornire elementi per il riconoscimento delle principali specie
Fornire nozioni di base sull’ecologia del Fungo e sulla tutela dell’ambiente nella raccolta
Norme per la raccolta e vendita

Gli incontri prevedono la mostra di funghi freschi raccolti dalle Associazioni Micologiche Toscane

Scarica corso-funghi-vers-def

 

Weekend a Montaione

A giorni uscirà in edicola il numero di ottobre del mensile di attualità “La Toscana” che propone ai lettori un panorama a 360° sugli eventi che ogni mese si susseguono in ogni parte del territorio regionale.
La rivista è anche consultabile online al sito www.toscanacultura.it
Nel numero di ottobre per la rubrica “Weekend a….” un bell’articolo di Claudio Caioli (montaionese di origine) su Montaione.
Ovviamente si parla anche del Re Tartufo Bianco e della nostra Tartufesta.

Ecco l’articolo:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10210762435079903&set=pcb.10210762436719944&type=3&theater

Fonte: Profilo facebook del Sindaco di Montaione, Paolo Pomponi

Cerchio con la luna piena

picture-164608

DOMENICA 16 Ottobre alle ore 21.00
Via Luigi Chiti 29, Montaione

Sotto il cielo di questa Luna, la Natura ritira le sue energie
dall’esterno all’interno lasciando andare ciò che ha fatto il suo
ciclo. In armonia con Madre Terra sfogliamo anche noi gli strati che
teniamo addosso con i quali ci riconosciamo ai nostri stessi occhi e a
quelli degli altri, sciogliamo le nostre resistenze, abbandoniamo la
necessità di controllo. Così facendo possiamo sentire la nostra
essenza, risvegliarci a ciò che siamo realmente. Come la linfa
dell’albero che in autunno fluisce verso le radici fortificando e
centrando la pianta, noi fluiamo verso il nostro cuore, ci radichiamo in
esso accettando ciò che è e lo apriamo ad accogliere il nuovo.

Esploreremo il proprio sentire profondo, faremo delle attività creative
e di percezione corporea e saremo accompagnati in una visualizzazione
immaginifica.

Da portare: una bottiglia d’acqua
una copertina
qualcosina da mangiare o bere per condividere a fine cerchio

Contributo 7 euro
Cerchio accompagnato da Claudia Latino, Naturopata
per info 3283126685

Vi aspettiamo
Per fare l’albero

 

Sapori e Colori a Montaione, aspettando Tartufesta

L’associazione Borgoalto organizza un mercatino

Domenica 9 ottobre, dalle 9.00 alle 20.00 Montaione si veste di Sapori e Colori aspettando Tartufesta, la mostra mercato del tartufo e dei prodotti tipici che si terrà domenica 23, sabato 29 e domenica 30 Ottobre. Piazza della Repubblica e le vie del Centro storico del borgo valdelsano ospiteranno infatti un mercatino di antiquariato, artigianato e prodotti tipici.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione dal Comune e dall’Associazione Borgoalto – CCN di
Montaione.

montaionesiveste

I 106 anni di Luigina Nuti

Domani 8 ottobre 2016 a Villa Serena (Montaione), nel Nucleo Turchese 4/C, saranno festeggiati i 106 anni di Luigina Nuti.

Luigina, donna elegante, dal carattere forte e di grande cultura, ha saputo, durante la sua presenza nella struttura, coinvolgere tutti con la sua spiccata simpatia ed ironia.
Tutto il personale di Villa Serena, i suoi familiari ed il Sindaco di Montaione, in rappresentanza della comunità montaionese, saranno lieti di regalarle un giorno di festa per questo traguardo di vita così eccezionale.

Fonte: Comunicato stampa del Comune di Montaione

 

Logotipo “Montaione 1257”

Sabato 1 ottobre alle ore 9,30 nella Sala del Consiglio Comunale di Montaione si svolgerà la premiazione per la realizzazione  del logotipo “Montaione 1257” realizzato dalla IV B del Corso Professionale Servizi Commerciali e Promozione Pubblicitaria dell’ISISS F. Enriques di Castelfiorentino.
I progetti sono stati realizzati in occasione del 760 anniversario del primo documento storico attestante l’esistenza del Comune di Montaione, quale entità amministrativa autonoma, che ricorrerà nel 2017.
Alle ore 11.00 proseguirà con la visita guidata della Gerusalemme di San Vivaldo ai ragazzi invitati all’evento, ai quali verrà commissionata la progettazione di un ulteriore logotipo per il cinquecentenario della Gerusalemme che verrà celebrato sempre nel 2017. Un momento di convivialità nel bellissimo scenario di San Vivaldo concluderà la mattina insieme agli studenti.

img_9077

img_9078
Alcune opere degli studenti, esposte presso il Comune di Montaione

 

Sono aperte le iscrizioni ai corsi del Centro Attività Motorie e Sportive per la stagione 2016-2017

Sono aperte le iscrizioni ai corsi del C.A.M.S. – Centro Attività Motorie e Sportive per la stagione 2016-2017.

C.A.M.S. – Centro Attività Motorie Sportive, Comune di Montaione, Ufficio Sport, Piazza del Municipio 1, 50050 MONTAIONE (FI), tel.: 0571699259  0571638204, fax 0571699261, e-mail: r.casanova@comune.gambassi-terme.fi.it

Il centro attività Motorie Sportive nasce nel Comune di Montaione da una concezione dello sport come servizio e pratica sociale per tutta la cittadinanza.

Vengono organizzati corsi di varie discipline sportive rivolte a tutte le fasce d’età.

Vedi pagina sul sito del Comune di Montaione

http://www.comune.montaione.fi.it/index.php/centro-attivita-motorie-e-sportive.html

Indagine sui fanghi in Toscana. Precisazioni del Comune di Montaione

Con riferimento a quanto emerso nella conferenza stampa sull’inchiesta fanghi in Toscana, svoltasi venerdi 16 settembre in Consiglio Regionale, convocata dal Movimento 5 Stelle, riteniamo doveroso per trasparenza e per una corretta informazione ai cittadini e agli organi di stampa, fare alcune “integrazioni” circa le affermazioni e le notizie riportate dal Consigliere Regionale Quartini e dal Consigliere Comunale di Montaione Sacconi.
Dall’impostazione della conferenza, sembra che il problema fanghi interessi prevalentemente il territorio comunale di Montaione. Paradossalmente potremmo dire: “magari”, almeno il problema sarebbe molto più circoscritto di quanto è in realtà. Nessun altro Comune è stato citato nonostante una specifica domanda in tal senso sia stata rivolta da parte di una giornalista. Pertanto nello spirito di una sincera e rispettosa collaborazione, auspicata dal consigliere Quartini, cerchiamo di rimediare a qualche lacuna informativa.
Purtroppo i Comuni interessati sono molti di più. Pur non conoscendo l’esatta estensione dell’area coinvolta, è certo che questa riguarda almeno i Comuni di Palaia, Pontedera, Fauglia, Crespina e Peccioli, oltre a Montaione.

Il consigliere Quartini aveva scritto a suo tempo anche al Sindaco di Peccioli, e in conferenza stampa ha testualmente detto: “il Sindaco di Peccioli non ha risposto o insomma ha declinato in qualche modo dicendo che non era nella sua area”. Sicuramente, vista anche l’indecisione nel pronunciare tale affermazione, il Consigliere Quartini, ha dimenticato che, come ben sa, il Comune di Peccioli è purtroppo quello con più ettari interessati all’indagine. Solo pochi dati in merito: Peccioli ha terreni autorizzati allo spandimento circa 5 volte più di Montaione. Nel 2013 a Montaione non risultano spandimenti oggetto di indagine, a Peccioli 15 mila tonnellate; nel 2014 a Montaione spandimenti per 1,3 mila tonnellate, a Peccioli 10 mila tonnellate.
È ovvio che il collega Sindaco di Peccioli, che gode della nostra stima di amministratore responsabile, non avrebbe mai potuto affermare quanto riferito.
In merito alla risposta di Arpat alla sua lettera del 3/9/15 il Consigliere Regionale ha affermato, testualmente: “Arpat che rispose in ritardo, circa un paio di mesi dopo, dicendo che c’era una inchiesta in corso e non ci potevano dare i dati”. Anche su questo punto il Consigliere Regionale ha un’amnesia. L’Arpat rispose infatti tempestivamente a lui come al Comune di Montaione, appena dodici giorni dopo, il 15/9/2015, informando delle indagini in corso ma anche dando notifica della avvenuta esecuzione nel periodo 2013/2015, oggetto dell’indagine, di 12 controlli sul territorio di Peccioli, su fanghi e terreni, tutti risultati con esito negativo. Non sembra una dimenticanza di poco conto.
L’Amministrazione Comunale di Montaione, a conoscenza dell’esito di questi controlli e dell’indagine in corso, chiese un ulteriore controllo al dipartimento Arpat di Empoli sui terreni di Montaione oggi interessati all’indagine. Il controllo fu eseguito da Arpat nel novembre 2015, e anch’esso riportò esito negativo circa la concentrazione di metalli e idrocarburi.
Nell’attesa della conclusione delle indagini della Procura della Repubblica e con la notifica di 13 controlli eseguiti dall’organismo deputato, tutti con esito negativo, secondo il Movimento 5 Stelle cosa avrebbe dovuto fare il Comune di Montaione? Sempre per rimediare alle amnesie del Consigliere Quartini nel racconto dei fatti, precisiamo che alla sua lettera del 3/9/2016 il Comune di Montaione aveva fornito una risposta scritta, datata 29/9/2015, con cui veniva rappresentato quello che il Comune aveva fatto in base alle sue competenze.
Ancora. La sua lettera del 3/9/2015 il consigliere Quartini l’aveva inviata anche all’allora ASL 11 di Empoli. La Asl 11 di Empoli aveva prontamente risposto inviando al Consigliere il 7/9/2015 una nota con cui gli chiedeva indicazioni precise sui terreni e sui nominativi interessati dall’esposto, in modo da poter eseguire i controlli di propria competenza. Non risulta che il Consigliere abbia risposto, e sarebbe interessante sapere perché.

Per quanto riguarda il consigliere comunale Sacconi, unica rappresentante del Movimento 5 Stelle nel Consiglio Comunale di Montaione, particolarmente interessata alla questione, non possiamo non far rilevare che nella seduta del consiglio comunale del 29/9/2015, in cui si discusse proprio la sua interrogazione in merito, abbandonò l’aula consiliare prima della trattazione della stessa senza fornire alcuna giustificazione specifica.
Altre precisazioni in merito ad una specifica affermazione della Consigliera Sacconi, la quale dice testualmente: “pensare insomma che anche il pane prodotto a Montaione si forniva del grano di aziende agricole che erano lì intorno e che appunto sono state interessate da questo fenomeno”. Come noto, nel comune di Montaione ha sede uno dei più importanti panifici toscani che produce pane con il marchio “Pane di Montaione”. Per quanto a nostra conoscenza la notizia riferita dalla Consigliera non corrisponde a verità.
Inviteremo quindi la consigliera Sacconi a fornire elementi a sostegno di questa gravissima affermazione che lede l’immagine del prodotto con potenziali conseguenze negative dal punto di vista commerciale, nonché anche per la reputazione di Montaione. E’ stata quindi già convocata una conferenza dei Capi Gruppo, la quale sarà la prima occasione per un chiarimento in merito.

Relativamente invece al giudizio di Quartini secondo cui anche il Sindaco di Montaione sarebbe uno dei sindaci “passacarte” e “sotto ricatto dai poteri superiori” lasciamo ai nostri cittadini giudicare se ritengono che il loro Sindaco e la Giunta Comunale abbiano o meno a cuore il territorio di Montaione e i suoi abitanti.
Siamo quindi in attesa della conclusione delle indagini, fiduciosi nell’operato della Magistratura, che ci auguriamo possano chiarire anche perché tutti i controlli di cui avevamo notizia, eseguiti negli anni dell’inchiesta, abbiamo dato esito diametralmente opposto a quelli ordinati dalla Procura delle Repubblica.
Da parte nostra, come annunciato, abbiamo deciso di agire in sinergia con alcune Amministrazioni della Valdera interessate dalla vicenda conferendo l’incarico ad unico legale.
Inoltre, abbiamo convocato un incontro con le associazioni di categoria degli agricoltori per confrontarci con loro al fine di coordinare eventuali azioni da intraprendere, anche in sede giudiziaria, consapevoli dell’enormità del danno che potrebbe scaturire per il settore agricolo di queste zone nel caso fosse comprovato un inquinamento ambientale.

Fonte: Comune di Montaione

Spargimento fanghi. La posizione del Comune di Montaione.

In relazione alle recenti notizie sulla illegittima gestione dei fanghi di depurazione che ha coinvolto anche il territorio del Comune di Montaione, ai fini di una corretta informazione, dovuta soprattutto ai Montaionesi ed in particolare agli abitanti della zona più prossima alle aree oggetto di spandimento, forniamo le informazioni in possesso di questa Amministrazione Comunale circa l’attività oggetto di indagine.

Premesso che questa Amministrazione Comunale è da sempre fortemente contraria a questa attività in quanto non compatibile con la vocazione turistica del nostro territorio e comunque fonte di disagi per la popolazione e le attività turistiche, bisogna precisare che l’utilizzo di fanghi reflui di depurazione come ammendanti in agricoltura è un’attività consentita e disciplinata da apposita normativa nazionale e regionale. Tale attività è eseguita da anni anche in terreni ubicati nel Comune di Montaione, in forza di appositi atti autorizzativi rilasciati prima dalle Province, oggi dalle Regioni. Atti autorizzativi per i quali non è richiesto alcun parere di qualsiasi natura da parte dei Comuni interessati (e questa è oggettivamente la prima vera criticità della normativa attuale).

Per quanto riguarda gli spandimenti oggetto di indagine per il territorio di Montaione, questi hanno interessato i terreni, condotti da due aziende agricole, situati al confine con i Comuni di Volterra e Peccioli, e fra gli indagati risultano i rappresentanti di una sola società di raccolta, trasporto e condizionamento dei fanghi. I terreni oggetto di indagine situati nel territorio di Montaione sono una parte minoritaria rispetto al complesso di quelli interessati dalla vicenda giudiziaria.

Questa Amministrazione Comunale, insediatasi a fine maggio 2014, anche su sollecitazioni esterne si era prontamente interessata della questione. Da una immediata verifica documentale era emerso che l’attività di spandimento veniva eseguita in forza di atti autorizzativi rilasciati dall’allora Provincia di Firenze per il tramite del Circondario Empolese Valdelsa, che aveva valutato, sulla base della documentazione presentata, la compatibilità dei fanghi da spandere e dei terreni interessati con la normativa di riferimento.

L’ARPAT, organo deputato ai controlli di tipo ambientale – controlli non eseguibili da parte del Comune – nel settembre 2015 informava l’Amministrazione Comunale con apposita nota che nel Comune di Peccioli, dove le attività di spandimento erano effettuate dalla stessa società che li eseguiva nel nostro territorio, erano stati espletati 12 controlli sulle aziende agricole interessate, circa le modalità di spandimento e la qualità dei fanghi e dei terreni destinatari, e che i controlli effettuati erano risultati regolari. Nella stessa comunicazione l’ARPAT ci informava di aver eseguito anche alcuni controlli nel mese di luglio 2015, sia sul territorio di Peccioli che su quello Montaione, per conto della Procura della Repubblica. In tal modo l’Amministrazione Comunale era venuta a conoscenza dell’esistenza di una indagine.

In attesa degli sviluppi dell’indagine, l’Amministrazione Comunale di Montaione aveva comunque sollecitato all’ARPAT, Dipartimento del Circondario Empolese, competente territorialmente per Montaione, lo svolgimento di ulteriori controlli sulle attività in corso nel proprio territorio comunale. Nel febbraio 2016 l’Amministrazione Comunale aveva ricevuto dall’ARPAT empolese comunicazione dell’esito dei controlli sui fanghi eseguiti nel novembre 2015. Dai controlli emergeva il rispetto dei valori limite previsti dalla normativa e l’assenza di caratteristiche che potessero qualificare i fanghi come rifiuti pericolosi.

Infine, al fine di ridurre se non interrompere le attività di spandimento, a cui, come già evidenziato, siamo sempre stati contrari, l’Amministrazione Comunale ha ripetutamente chiesto, fin dal 2014, alla Città Metropolitana di Firenze di non concedere la deroga ai limiti di peso per il transito sulla viabilità provinciale nel territorio di Montaione, per i mezzi che trasportavano i fanghi di depurazione.

Tutto ciò considerato, essendo il Comune di Montaione parte offesa, sia per eventuale inquinamento ambientale che per un evidente danno di immagine, l’Amministrazione Comunale ha preso contatti con un legale specializzato in questioni ambientali per valutare tutte le azioni da porre in essere compresa la costituzione di parte civile nel procedimento penale in questione. Contestualmente l’Amministrazione Comunale è in contatto con le Amministrazioni Comunali della Val d’Era, i cui territori sono interessati dall’indagine, al fine di valutare l’opportunità di azioni da intraprendere congiuntamente.

Attendiamo quindi la conclusione delle indagini per comprendere l’entità dell’eventuale inquinamento ambientale, al momento non conosciuta, e apprendere gli eventuali provvedimenti che gli organi giudicanti vorranno ordinare anche in merito a questioni di natura ambientale.

Ringraziamo i Magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, la Dda di Firenze, la Guardia di Finanza, l’Arpat e il Corpo Forestale dello Stato per le indagini svolte in relazione alla gestione dei fanghi di depurazione anche sul nostro territorio.

Fonte: Comune di Montaione