An’abasis. Una mostra a Montaione

Anábasis. Gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze dialogano con la “Gerusalemme” di San Vivaldo.

Si inaugura sabato 27 maggio, ore 17.00, a Montaione presso il Museo Civico in via Cresci 17/19, la Mostra Anábasis. Dialogo tra gli studenti dell’Accademia e il Sacro Monte. La mostra è l’esito di un laboratorio residenziale di una settimana, che 15 studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze hanno condotto a San Vivaldo, sotto la guida dei docenti Angela Nocentini e Roberto Rizzo.

IMG_1506 (1)Il bosco e le cappelle di San Vivaldo sono stati per i giovani artisti in formazione una grande aula trasparente che ha consentito loro di portare avanti una ricerca personale, interagendo con l’ambiente, le architetture, e gli abitanti immobili del Sacro Monte, in un connubio tra spiritualità, storia e riflessione individuali.

Chi ha scelto un scorcio del bosco, chi una cappella gerosolimitana, chi una scena della Passione; in ogni caso lo spazio d’azione individuale è stato eletto dai giovani artisti in ragione delle sue delle sue qualità intrinseche, delle proprie intenzioni, degli stimoli creativi ricevuti, in una dialettica mantenuta viva per sette giorni.

DSC_3315“Anábasis – dicono Angela Nocentini e Roberto Rizzo – è la parola che abbiamo scelto per qualificare il laboratorio pensando all’ascesa verso il Divino, e quindi come metafora del percorso che abbiamo svolto uscendo dalla nostra quotidianità, disponendoci a un viaggio verso l’alto ma anche verso l’orizzonte, partendo da noi stessi e continuamente tornando a noi stessi. I lavori realizzati, così intimamente legati ai luoghi nei quali sono stati concepiti, testimoniano la fecondità della nostra esperienza a San Vivaldo, e vogliono essere il nostro contributo per il cinquecentesimo anniversario della “Gerusalemme”. Siamo grati al Comune di Montaione, alla Parrocchia di Sant’Antonio e al Podere Moricci, per l’opportunità offertaci e per la generosa ospitalità che ci hanno riservato”.

DSC_3312“L’esperienza a San Vivaldo dei giovani artisti dell’Accademia e la mostra delle loro opere – dice invece il Sindaco Paolo Pomponi – sono uno degli eventi qualificanti il ricco programma che abbiamo approntato per celebrare i 500 anni di San Vivaldo. Ringrazio la Dirigenza della prestigiosa Accademia fiorentina, con la quale abbiamo siglato un accordo triennale di collaborazione, che consentirà di valorizzare reciprocamente, con ulteriori iniziative, il patrimonio storico-artistico di Montaione e l’alto contenuto formativo dell’Istituto. Invito tutti ad ammirare queste splendide installazioni e a cogliere l’occasione per una visita alla “Gerusalemme” in questo anno così speciale”

I giovani autori delle opere sono Sofia Ancillotti, Laura Bertini, Anastasia Ferenchuk, Ignazio Giordano, MònicaLòpez, Gregorio Maria Mattei, Leonardo Meoni, Alexandra Messina, Feerico Niccolai, Andrea Lisa Papini, Camilla Pratolini, Sara Sassi, Chiara Serradimigni, Zoya Shokoohi, Antonio Vivona.

La mostra sarà visitabile fino al 30 settembre al Museo Civico e in alcuni fondi commerciali di Via Ammirato, nel Centro Storico di Montaione.

Fonte: Comune di Montaione – Cultura

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.